Cosa vedere ad Atene

[rank_math_breadcrumb]

Conosciuta in tutto il mondo come la culla della civiltà e della democrazia, Atene è una città cosmopolita, ricca di fascino e di energia. Capitale della Grecia, Atene è oggi una città dai mille volti, dove la Storia e la tradizione convivono con una vivace modernità. Ad Atene, avrai solo l’imbarazzo della scelta su cosa fare e cosa visitare!
Matt Barrett è il punto di riferimento per ogni viaggio in Grecia e conosce Atene come le sue tasche! Di seguito trovi le 10 cose da non perdere ad Atene.

Il Partenone

Anche se non ti interessa l’archeologia, non puoi venire ad Atene e non visitare l’Acropoli e vedere il Partenone. Ci sono in realtà ateniesi che non hanno mai scalato quei gradini per vedere una delle meraviglie del mondo antico, la ragione per cui milioni di persone vengono nella loro città, l’edificio spettacolare che simboleggia alcuni dei più alti successi del genere umano… ma questa non è una buona una scusa! Se avessi la possibilità di fare una sola cosa ad Atene, sicuramente questa dovrebbe essere visitare l’Acropoli. Esiste la possibilità di acquistare un biglietto giornaliero cumulativo che permette di visitare, inclusi nel prezzo del biglietto, anche altri importanti siti archeologici: consigliati il Teatro di Erode Attico, il Teatro di Dionisio, l’Antica Agorà e Kerameikos. E da non dimenticare il nuovo Museo dell’Acropoli.

Museo archeologico nazionale

Il Museo Archeologico Nazionale è il più grande museo della Grecia e uno dei più importanti al mondo. Ospitato in un bellissimo edificio neoclassico, si trova a 45 minuti a piedi da Syntagma. Il Museo ospita la migliore collezione di scultura antica Greca, gioielli, ceramiche. Il visitatore può ammirare famose opere come la Maschera di Agamennone, il Busto del Minotauro e la Statua di bronzo di Zeus o Poseidone. Il museo espone anche la Macchina di Anticitera, il più antico calcolatore meccanico conosciuto, un computer di 2000 anni trovato nel relitto del naufragio al largo dell’isola di Anticitera che dimostra il grado di innovazione raggiunto dall’Antica Grecia.  Il Museo Archeologico Nazionale di Atene ospita anche collezioni egizie e romane.

Monte Licabetto

Il Licabetto è una montagna verde che sorge dal centro di Atene e la sua salita potrebbe spaventare ad un primo impatto. Ma c’è qualcosa assolutamente da non perdere lì in cima: una vista incredibile! Un ottimo caffè potrà allietare lo sforzo fatto, per non parlare dell’anfiteatro dove vengono organizzati spettacoli di artisti nazionali ed internazionali che visitano la Grecia in estate. Forse non c’è posto più impressionante per assistere ad un concerto o un’opera teatrale. Per i più pigri esiste una funivia che porta comodamente in cima alla collina, la stazione si trova nel quartiere di Kolonaki, il più ricco e fashion di Atene.

Mercato Centrale

Non esiste in Grecia un posto più vivace del mercato centrale di Athinas Street, noto anche come Dimotiki Agora (mercato comunale) o Varvakios Agora. E mette d’accordo tutti: amanti delle carni e pesce, vegetariani. Passeggiando tra le bancarelle del mercato insieme agli Ateniesi, che si sia lì per acquistare o semplicemente per osservare, ci si sentirà ispirati a riconsiderare il momento quotidiano della spesa. I meravigliosi prodotti esposti invogliano a tornare a casa e mettersi subito ai fornelli. I ristoranti all’interno del mercato offrono cibo di qualità ad un prezzo imbattibile e in qualsiasi momento del giorno o della notte! Il mercato è tra Athinas Street e Eolou Street, due delle strade più interessanti di Atene. Un consiglio: fare attenzione ai propri effetti personali (borse e portafogli) mentre si cammina tra la folla del mercato.

Plaka

Una passeggiata nel quartiere più antico di Atene è un must e uno dei passatempi più piacevoli, specialmente in prima serata. Ci sono centinaia di negozi, dai più turistici e kitsch ai laboratori di alcuni artigiani davvero grandiosi. Ci sono ottime taverne dove sedersi fuori quasi in tutti i mesi dell’anno. Ci sono anche alcune piccole accoglienti ouzeries per quando fa troppo freddo per stare all’aperto. Plaka è un quartiere tutto da vivere. La famosa distilleria di Brettos su Kydatheneon già da sola vale la visita al quartiere. Un altro luogo di cui innamorarsi è il cinema all’aperto “Parigi”, dove nelle serate estive è possibile vedere i film proiettati sulla parete di un edificio, sotto le pareti illuminate dell’Acropoli. Ci sono antiche rovine romane in tutto il quartiere, così come bellissimi edifici del XIX secolo e diverse chiese bizantine. Da non perdere Anafiotika, il quartiere più vicino all’Acropoli, dove passeggiare avendo la sensazione di essere su un’isola nel mezzo dell’Egeo anziché nel mezzo di una città moderna. Il momento migliore per venire qui? Apokries, la stagione del carnevale.

Psiri

Psiri divenne il centro della vita notturna di Atene durante le Olimpiadi del 2004 e nonostante sia spesso definita come una zona “commerciale”, non si trova un posto simile in nessuna città in Europa o in America. Con le zone più in e famose come Gazi che stanno diventando sempre più popolari,  il quartiere di Psiri offre infinite stradine popolate da ouzeries, ristoranti, bar, club, teatri e gallerie, tutti a un minuto a piedi dalle vie di Athinas e Ermou o da Monastiraki Square. Il quartiere acquista particolare fascino durante la notte e nel fine settimana quando i giovani ateniesi e i viaggiatori si ritrovano per le strade di Psiri per un drink, assaporare uno dei piatti locali, guardare la gente che passeggia e discute, fare tardi ascoltando musicisti che improvvisano jam session da brivido.Di particolare interesse una visita durante il Carnevale (Apokries) quando le strade si riempiono di giovani che indossano maschere e costumi.

Tempio di Poseidone

Sulla punta estrema della penisola di Attiki, su una collina che domina il mare, luogo ideale per un antico sito di culto, si trova il Tempio di Poseidone, Dio del Mare, che vanta non solo i graffiti scolpiti di Lord Byron, ma anche i migliori tramonti della Grecia (dopo Santorini!). C’è una piccola spiaggia e un mare splendido come quello delle isole, ed alcune eccezionali tradizionali taverne di pesce. Suonion si trova ad un’ora di macchina da Atene: un ottimo programma potrebbe essere raggiungerlo nel tardo pomeriggio, rilassarsi sulla spiaggia sorseggiando un ouzo con qualche mezedes, ammirando il tempio e il tramonto, prima di rientrare in città.

Mercato delle pulci

Il Mercato delle pulci è aperto tutti i giorni ma è solo la domenica che si esprime al meglio, quando molti venditori (anche improvvisati) arrivano a Monastiraki, stendono le coperte sull’asfalto e espongono ogni sorta di oggetto nelle viuzze della zona. Di solito molto affollato, l’ideale è sedersi ad un tavolo in uno dei bar dell’Antica Agorà, gustarsi un caffè ed assistere alle trattative per la compravendita ed ascoltare i musicisti di strada. Nel resto della settimana la zona è viva, con moltissimi negozi turistici, di abbigliamento, di gioielli ma si possono trovare anche molte botteghe di interesse, specializzate in oggetti vintage. Piazza Monastiraki è il cuore pulsante di Atene, popolata da giovani e venditori ambulanti.

 

La bottega del poeta

Atene è quel luogo meraviglioso dove un poeta affermato produce sandali. Si tratta di Stavros Melissinos,  le cui opere sono tradotte in Inglese, Francese, Tedesco e Italiano e il cui ‘Rubaiyat’ è un inno al vino e alla vita e si trova in diversi testi universitari americani. La Bottega del poeta è un luogo da dove sono passati i più grandi, dai Beatles a Sophia Loren, da Jackie Kennedy a Anthony Quinn e Gary Cooper. Questo luogo, dove si producono sandali in stile greco, è unico nel suo genere, qui l’arte del disegnare calzature, la mitologia e la tradizione incontrano la poesia, e merita una visita se si è in zona Acropolis (dove si è trasferita la storica bottega di Monastiraki)

Pireo

Non sarà annoverata spesso tra le attrazioni turistiche, ma la sensazione di libertà e felicità che suscita l’andare al porto e prendere un traghetto si respira pienamente al Pireo, la zona portuale di Atene. La capitale greca è sicuramente piena di fascino ma è anche caotica e dopo aver visitato le principali attrazioni spesso si sente il desiderio di scappare, magari verso un’isola con le acque cristalline. Dal Pireo partano tutte i traghetti e l’esperienza di prendere una nave e osservare la città allontanarsi piano piano, con l’Acropoli e il Licabetto che si fanno sempre più piccoli,  con l’idea che l’isola dei nostri sogni si avvicina, è impagabile.