Cosa Vedere ad Atene
Cosa Vedere ad Atene
Musei e siti archeologici tra i più importanti al mondo: ad Atene avrai solo l'imbarazzo della scelta su cosa visitare!

Una delle città più antiche del mondo, Atene è considerata la culla della civiltà. Qui sorse l’Accademia di Platone, il Liceo di Aristotele e nacque la filosofia classica. Tra antico e moderno, avrai solo l’imbarazzo della scelta su cosa visitare.

Cosa vedere ad Atene

Il Partenone
Anche se non ti interessa l’archeologia, non puoi venire ad Atene e non visitare l’Acropoli e vedere il Partenone. Sì, lo so che ci sono in realtà Ateniesi che non hanno mai scalato quei gradini per vedere una delle meraviglie del mondo antico, la ragione per cui milioni di persone vengono nella loro città, l’edificio spettacolare che simboleggia alcuni dei più alti successi del genere umano… ma questa non è una buona una scusa! Se anche avessi il tempo di fare una sola cosa ad Atene, questa è l’unica cosa che dovresti fare. Dal momento che puoi acquistare un biglietto unico giornaliero che permette di visitare gli altri importanti siti archeologici, consiglio il Teatro di Erode Attico, il Teatro di Dionisio e l’Antica Agorà e persino Keramiekos, tutti inclusi nel prezzo del biglietto. E non dimenticare il nuovo Museo dell’Acropoli.

Il Museo Archeologico Nazionale
Per arrivare al Museo Archeologico Nazionale dovrai camminare per 45 minuti a piedi da Syntagma, ma ne vale veramente la pena visto che si tratta di uno dei più grandi musei del mondo! Qui, troverete la migliore collezione di scultura antica greca, gioielli, ceramiche, e il dispositivo di Anticitera, un computer di 2000 anni trovato nel naufragio al largo dell’isola di Anticitera, che vi farà riflettere su quanto fossero stati avanti questi “antichi greci”! Atene ha un sacco di musei e, a seconda del vostro interesse personale, troverete quello che più fa per voi! Se siete amanti delle monete, visitate il Museo Nuimismatico, o se vi piacciono le icone religiose vai al Museo Bizantino. Se ami le armi ti consiglio il Museo della Guerra, o se si desidera fare un percorso dalla Grecia antica alla moderna andate al Museo Benaki, che io adoro. Ma in termini di importanza non si può battere il Museo Archeologico Nazionale. Se ti piacciono le macchine c’è l’Hellenic Motor Museum, uno dei miei preferiti e proprio a due passi da quello archeologico.

Il mercato centrale
Non importano i tuoi gusti alimentari: non esiste in Grecia un posto più vivace del mercato centrale di Athinas Street, noto anche come Dimotiki Agora (mercato pubblico) o Varvakios Agora. Sia che tu vada la mattina presto per vedere i camion che scaricano perché hai il jet-lag e soffri di insonnia, o visiti il mercato tra le 7:00 e le 13:00 con la maggior parte degli avventori locali, attraversando il mercato probabilmente cambierai il tuo modo di pensare lo shopping. Potresti desiderare di avere un appartamento con una cucina, perchè vedendo i meravigliosi prodotti esposti in vendita ti verrà voglia di cucinare! I ristoranti all’interno del mercato offrono cibo imbattibile a prezzo conveniente, in qualsiasi momento del giorno o della notte! Il mercato è tra Athinas Street e Eolou Street, due delle strade più interessanti di Atene. Un consiglio: tieni sempre sotto’occhio il tuo portafoglio e la tua borsetta quando vaghi tra la folla nel mercato.

Monte Licabetto
Forse hai guardato anche tu questa montagna verde che sorge dal centro di Atene dicendo dentro di te “Spero che non ci sia nulla di importante lassù perché non ho voglia di scalare una montagna”. Invece c’è qualcosa dassolutamente da non perdere: una vista incredibile! Un ottimo caffè potrà allietare lo sforzo fatto, per non parlare dell’anfiteatro dove venono organizzati spettacoli di artisti famosi come Leonard Cohen, Peter Gabriel, James Brown e molti altri artisti che visitano la Grecia in estate. In realtà direi che non c’è posto più impressionante per vedere la tua band o il tuo musicista preferito. E non devi arrampicarti. C’è uno strano treno che ti porterà fino quasi alla sommità del monte. Riscendere verso il basso sarà molto divertente e non si sa mai in quale quartiere si andrà a finire!

Plaka
Una passeggiata nel quartiere più antico di Atene è un must e uno dei passatempi più piacevoli, specialmente in prima serata. Ci sono centinaia di negozi, dai più turistici e kitsch ai laboratori di alcuni artigiani davvero grandiosi. Ci sono molti buoni ristoranti dove puoi sederti fuori quasi in tutti i mesi dell’anno. Ci sono anche alcune piccole accoglienti ouzeries per quando fa troppo freddo per sedersi all’aperto. Plaka è un queìartiere tutto da vivere. La famosa distilleria di Brettos su Kydatheneon già da osla potrebbe essere un motivo per visitare il quartiere. Un altro luogo di cui innamorarsi è il cinema all’aperto “Parigi”, dove nelle serate estive è possibile vedere i film proiettati sulla parete di un edificio, sotto le pareti illuminate dell’Acropoli. Ci sono antiche rovine romane sparse in giro, così come alcuni bellissimi edifici del 19° secolo e più antichi, e diverse chiese bizantine. Non dimentichiamo Anafiotika, il quartiere più vicino all’Acropoli, dove puoi passeggiare avendo la sensazione di essere su un’isola nel mezzo dell’Egeo anziché un’isola nel mezzo di una città moderna. Il momento migliore per venire qui? Apokreas, che è la stagione del carnevale.

Psiri
Con le zone più in e famose come Gazi che stanno diventando sempre più popolari, non dovremmo trascurare il quartiere di Psiri con le sue interminabili stradine di caffè, ouzeries, ristoranti, bar, club, teatri e gallerie, tutti a un minuto a piedi dalle vie di Athinas e Ermou o da Monastiraki Square. Unisciti alla folla in una notte di fine settimana, specialmente durante l’Apokreas, il carnevale della Grecia. Psiri divenne il centro della vita notturna di Atene durante le Olimpiadi del 2004 e nonostante sia spesso definita come una zona “commerciale”, non troverete un posto simile in nessuna città in Europa o in America. Puoi fermarti a bere qualcosa o assaporare uno dei piatti locali, guardare la gente che passeggia e discute, fare tardi ascoltando musicisti che improvvisano jamm session da brivido.

Il Tempio di Poseidone a Sounion
Sulla punta estrema della penisola di Attiki, su una collina che domina il mare, in un luogo che non potrebbe essere più perfetto per un antico sito di culto, si trova il Tempio di Poseidone, Dio del Mare, che vanta non solo i graffiti scolpiti di Lord Byron, ma anche i migliori tramonti della Grecia (dopo Santorini!) C’è una piccola spiaggia e un mare splendido come quello delle isole, ed alcune eccezionali piccole taverne di pesce. Andate nel tardo pomeriggio, fate una nuotata e prendete un ouzo e delle mezedes, ammirando il tempio ed il tramonto prima di tornare ad Atene. A solo un’ora di taxi.

Il Mercato delle pulci di Monastiraki
Non è un mercato delle pulci che corrisponde ai mercati delle pulci del nostro immaginario, ad eccezione della domenica, quando un sacco di locali scendono dalle colline, stendeono le coperte sull’asfalto ed espongono ogni sorta di oggetto, che ai tuoi occhi potrebbe essere spazzatura! La folla è grande, ma vale la pena godersi la scena, magari da uno dei caffè che si affacciano sull’antica agorà e la metropolitana su Adrianou Street, guardando la sfilata degli acquirenti che cercano di trattare il prezzo, musicisti di strada e venditori di DVD di contrabbando in fuga dalla polizia. Durante la settimana la zona è un assortimento di negozi turistici, di abbigliamento, gioielli ma anche botteghe interessanti, soprattutto se ti piacciono oggetti vintage, vinili e CD rari. Monastiraki Square è una delle piazze più vivaci di Atene e di notte è piena di giovani, venditori ambulanti e borseggiatori.

La bottega del poeta
In quale altro posto al mondo si può trovare un ragazzo che è un poeta affermato, famoso, le cui opere sono state tradotte in Inglése, francese, tedesco e italiano, che per vivere produce sandali? Il suo lavoro più noto, il “Rubaiyat”, è sul curriculum di studi di diverse università americane ed è uno dei tributi più belli al vino e alla vita che io conosca! Stavros Melissinos ha toccato i piedi di John Lennon, Paul McCartney, Sophia Loren, Jackie Kennedy, Rudolph Nureyev, Margo Fontaine, Anthony Quinn, George Pappard, Ursula Andress, e Gary Cooper, tra i tanti che lo hanno incontrato per i suoi sandali, famosi come la sua poesia, fatti in stile greco. Ora potrai pensare “Aspetta un secondo! Come si può mettere un piccolo negozio con un vecchietto che fa sandali nella vostra top ten, insieme a siti importanti come l’Acropoli, il Museo Nazionale, il Tempio di Poseidone e quartieri interi?” La risposta è: facilmente. Vai a visitarlo sulla stradina Ag Theklas di fronte a piazza Monastiraki, o visita la sua statua un giorno e dì: “Accidenti. Avrei potuto incontrarlo di persona e aver comprato i suoi meravigliosi sandali!”.

Il Pireo
Sono così tante le cose da fare e vedere ad Atene che è davvero difficile farne una lista; ma sicuramente tra le cose da non perdere c’è il Giardino Nazionale, la foresta pluviale africana nel centro di Atene. E cosa dire del Tempio di Zeus, il più grande di tutti i templi greci, al quale lavorarono per quasi mille anni? (e che in verità non fu mai del tutto completato!) Proprio in fondo alla strada c’è lo Stadio Olimpico Panathinaiko: ricostruito interamente in marmo nel 1896 per le prime Olimpiadi moderne, lo stadio fu originariamente costruito nel 330 aC. Non si può non citare Kerameikos, l’antico cimitero di Atene, il primo mai costruito in città, uno dei cimiteri più belli d’Europa dove hanno trovato riposo tutti i greci moderni più famosi. Ma meritano una visita anche Phillipapou e Colle del Pnyx, dove molti famosi Ateniesi, come Aristide, Demostene, Pericle e Temistocle, parlavano al popolo nelle prime assemblee della storia, nel 5° secolo aC. E cosa dire del Museo Benaki?

Ma meravigliose sono anche le spiagge vicine ad Atene, o la zona nord di Kifissia, che amo soprattutto per le passaggiate che è possibile fare, lungo le sue strade ombreggiate. Ma non mi sento di trascurare assolutamente la zona del porto del Pireo! Perché? Beh, per me non c’è sensazione migliore di andare al porto e prendere un traghetto verso un’isola greca! Per quanto io ami Atene, quella sensazione di fuga che provo mentre la nave si muove lentamente fuori dal porto e viaggia sul mare Egeo, e lo sguardo si perde tra le onde!