Il Partenone

Anche se non ti interessa l’archeologia, non puoi venire ad Atene e non visitare l’Acropoli e vedere il Partenone. Ci sono in realtà ateniesi che non hanno mai scalato quei gradini per vedere una delle meraviglie del mondo antico, la ragione per cui milioni di persone vengono nella loro città, l’edificio spettacolare che simboleggia alcuni dei più alti successi del genere umano… ma questa non è una buona una scusa! Se avessi la possibilità di fare una sola cosa ad Atene, sicuramente questa dovrebbe essere visitare l’Acropoli. Il nuovo Museo dell’Acropoli ospita il bellissimo fregio del Partenone.

Il Partenone, un edificio perfetto

L’immensità e la bellezza del Partenone sono tali che nessuna fotografia potrà mai prepararci abbastanza a questo magnifico spettacolo dal vivo.

L’edificio è stato progettato dagli architetti Kallikrates e Iktinos, sotto la supervisione di Fidia, come dimora della gigantesca statua di Atena (alta 12 metri). Il nome deriva da parthenos, che significa nubile/vergine, come la Dea Atena.

Il Partenone è probabilmente l’edificio simbolo più conosciuto al mondo e le sue decorazioni sono considerate alcuni dei più grandi elementi dell’arte greca.
Fu costruito in marmo bianco proveniente dal Monte Pentelico.
Lungo circa 70 metri e largo 30 metri, l’imponente struttura è circondata da colonne per tutto il suo perimetro, nella facciata frontale 8 e laterale 17.
Il fregio rappresentava la processione delle Panatenee, ai tempi uno dei festival religiosi più importanti. La scena viene narrata sulle quattro facciate con più di trecento immagini raffiguranti uomini, dei e la natura.
Ogni pezzo del Partenone è unico e si adatta a quello vicino come un puzzle… il puzzle più grande e più pesante del mondo! Il Partenone è un edificio architettonicamente perfetto, ed è anche il più imitato al mondo.

Da tempio divenne una chiesa, una moschea e infine un deposito per la polvere da sparo turca. Nel 1687 i veneziani lo bombar