Euritania


Definita la "Svizzera greca" grazie alle sue forsete ed alla rigogliosa vegetazione, l'Euritania è la meta ideale se vuoi andare dove in pochi arrivano
Prenota l'Euritania su Booking.com

L’Euritania è un’unità amministrativa della Grecia centrale. Situata nel cuore della Grecia, l’Euritania è definita la “Svizzera greca”, grazie alla vegetazione che ricopre la sua terra, le rigogliose foreste, le montagne che consentono di praticare sport invernali e  di fare trekking e passeggiate uniche.
Se sei determinato nell’andare alla scoperta di una parte della Grecia che veramente pochi turisti raggiungono, e vuoi camminare a piedi nudi nei torrenti di montagna, fare escursioni nei boschi, andare in mountain bike o fotografare la natura rigogliosa della zona, mangiare pesce fresco appena pescato o l’agnello appena macellato, andare a sciare in inverno o fare rafting in mare in primavera, allora questo è il tuo viaggio!

Maggiori informazioni sull'Euritania

Euritania da non perdere

• Visitare il Monastero di Proussos
• Sciare a Velouchi

• Fare rafting nel fiume
• Fare un’escursione attraverso il canyon del fiume Krikelioti

Cosa vedere in Euritania

Karpenissi è la città più grande della regione dell’Euritania, con una popolazione di 5000 persone, ma probabilmente gli abitanti raddoppiano in inverno, perchè molti ateniesi vengono qui per sciare. La città è famosa per avere l’aria con il più basso tasso di inquinamento d’Europa.
Nel mio viaggio in Euritania, purtroppo, ho solo attraversato di fretta la cittadina, visto che il nostro amico John Dimos, che possiede il Drydock Fish Restaurant in unpaesino nella Carolina del Nord, ci aveva invitati a soggiornare nell’albergo di suo cugino, a Megalo Horio, una cittadina a mezz’ora da Karpenissi, in una lussureggiante valle boscosa. Quindi, in un’estate in cui il caldo al livello del mare era diventato veramente troppo per noi, siamo partiti per le fresche colline di Karpenissi.

Il villaggio di Megalo Horio è situato sul versante di una montagna, in mezzo a una natura rigogliosissima. Attraversammo il paese e poi chiedemmo le indicazioni per gli Agrampeli Apartments, gli appartamenti di proprietà del cugino di John. La strada non era delle migliori, abbiamo attraversato un ponte largo abbastanza per la nostra macchina (mia moglie Andrea era terrorizzata) e siamo arrivati al borgo di Gavros, un piccolo centro di piccoli negozi, qualche taverna e un gruppetto di case. Abbiamo trovato subito gli appartamenti, dove ci hanno accolti e dato una camera con vista sulla piscina e sulla montagna. Siamo rimasti meravigliati dalla temperatura piacevolissima, e dalla somiglianza di questa zona con quella delle montagne della Carolina del Nord. È proprio questa la ragione per cui molti abitanti della Carolina del Nord di origini greche provengono dalla zona di Karpenissi? Magari hanno vagato per tutta l’America, finché non hanno trovato un posto che ricordasse la loro terra e che li facesse sentire a casa? Pensai proprio a questo, mentre mi rilassavo in piscina!

Il villaggio è ricco d’acqua. I corsi d’acqua scorrono rigogliosi, e correndo verso il fiume principale creano rivoli e cascate. L’acqua dei torrenti è così fredda da intorpidire subito i piedi! Il nostro amico Vassilis, che con suo fratello e sua sorella gestisce un piccolo negozio di articoli da regalo a Gavros, ci ha offerto frutta e liquorini fatti in casa come lo tsipuro, liquore aromatizzato con frutta locale. Abbiamo bevuto qualche bicchiere di tsipuro e poi ci siamo incamminati verso Spiti Tou Psara, una taverna famosa per il pesce fresco. Abbiamo mangiato paidakia insieme a spanakopita fatta in casa, tiropita e deliziose patate fritte fatte in casa. Eravamo quasi soli, c’era solo un’altra coppia che mangiava, sul balcone con vista fiume. Dentro, Maria, la nostra cameriera, stava preparando degli agnelli da arrostire per il battesimo che si sarebbe tenuto nel villaggio il giorno seguente, mentre il proprietario, Efthimios, e i suoi amici chiacchieravano ad un tavolo con un drink in mano. Per la prima volta, pur essendo estate, abbiamo mangiato all’interno, perchè fuori era molto fresco. Di sera non c’è molto da fare a Gavros. Ma l’ottimo cibo e il fresco ci hanno mandati a letto soddisfatti!

Continua a leggere

Il giorno siamo andati in esplorazione della valle, fino ad arrivare al Monastero di Proussou, che è situato in una posizione spettacolare sulla strada per Agrinion. A metà strada verso il monastero, dove i fiumi Krikeliotis e Karpensisiotis si incontrano sotto il ponte di Megdovas, c’è un centro per il rafting. La zona è infatti la migliore in Grecia per il rafting, e forse la primavera è il periodo migliore, visto che in estate si può rischiare che non ci sia abbastanza acqua nei fiumi. Altre attività da poter fare sono escursioni attraverso il canyon del fiume Krikelioti, passeggiate a cavallo e, naturalmente, sciare in inverno nella famosa località sciistica di Velouchi.

Quando siamo tornati a Gavros, due vecchietti stavano preparando kokoretsi e agnello arrosto, in uno dei negozi. “Lo facciamo ogni sabato” mi hanno risposto. Quindi se vi piace l’agnello arrosto e il kokoretsi andate a Gavros di sabato. Potreste essere piacevomente sorpresi quando due vecchietti vi offriranno dell’agnello arrosto! Successivamente siamo arrivati fino a Micro Horio, un gruppo di case dall’aspetto moderno, alcune fatte di legno. Il legno è molto usato qui, come le rocce sono per le Cicladi. A Megalo Horio abbiamo preso un caffè nella piazza principale, ombreggiata da meravigliosi alberi, e poi percorremmo uno dei sentieri attraverso il bosco. Le persone che vendono acqua in bottiglia devono odiare questa zona! Con la fresca acqua di sorgente che sgorgava dalla montagna, il cameriere del caffè riempiva i nostri bicchieri d’acqua dalla fontana nella piazza.
Il Monastero di Proussos è uno dei pochi monasteri conservati in Euritania. È una chiesa con un’affascinante cupola a forma di croce. Le mura del monastero risalgono al 1785. Nell’interno della antica cripta, si trovano 2 antichi inginocchiatoi, uno dei quali risalente al 1518. La particolarità dell’ambiente e la cupola a forma di croce rendono il Monastero di Proussos un luogo unico nella regione.

Il Sacrario del Monastero è custode di codici, manoscritti, icone, oggetti sacri, reliquie e libri. All’interno del monastero si trova anche un museo. Oltre agli innumerevoli resti di valore inestimabile, qui è conservata la spada di Karaiskaki.
Nella zona del monastero si trovano due castelli conosciuti come “Torri di Karaiskaki“. C’è anche la cappella di Agion Panton, che fu costruita nel 1754. Si è conservato anche l’edificio che ospitava la ‘Scuola Greca di Grammatica” durante la dominazione turca.
Un altro sito da visitare è Klausi. Il sito di Klausi è situato a 9 km da Karpenisi, a un’altitudine di 800 m . Molti identificano il sito con l’antica Kallion, la capitale dell’Euritania, ma la teoria non è stato ancora confermata. Da qui, comunque, si può godere di una meravigliosa vista!

Dove Mangiare in Euritania

Storia, informazioni utili ed i consigli di Matt Barrett sull’Euritania

L’Euritania fu abitata intorno al 2000-1600 a.C. dal popolo dei Mini, una delle popolazioni autoctone più antiche. Gli antichi Euritani vivevano sulla zona montana del nord dell’Etolia ed erano considerati un popolo potente e brutale. Combatterono contro Troia. Resistettero contro Atene, e insieme a Tespii e agli Ofioniani, fecero parte della Lega Etolica, che fu l’utlima ad arrendersi alla conquista dei Romani.
Storia ed Info sull'Euritania

Durante il periodo bizantino la regione rimase abbastanza periferica rispetto agli interessi dell’impero centrale. Una parte più interessante della storia dell’Euritania è il periodo iconoclasta: le popolazioni locali non seguirono le indicazioni di divieto delle icone e conservarono le icone nelle loro chiese.
L’Euritania fu dominata dai Turchi, anche se la popolazione locale godette sempre di alcune libertà e autonomia. Nel 1821 scoppiò la rivoluzione per l’indipendenza, in cui gli uomini di questa terra ebbero un ruolo decisivo.

Dove Dormire in Euritania

Hotel, appartamenti, ville, camere e alloggi su misura per te sull’Euritania

Foto dell’Euritania

Come Arrivare in Euritania

Ci sono autobus da Atene a Karpenissi. Consiglierei comunque a chiunque di venire in macchina, per gustare a pieno del paesaggio e muoversi in libertà.  Si può noleggiare un’auto da Swift. Un’esperienza da non perdere è guidare oltre le montagne da Karpenissi a Trikala, fino a Kalambaka-Meteora. Se venite da Atene prendete la strada nazionale per Lamia e seguite le indicazioni per Karpenissi in direzione ovest.
Maggiori informazioni

La Mappa dell’Euritania

Recensioni sull’Euritania