Monte Athos
Monte Athos


Il Monte Athos, la penisola sacra vietata alle donne
Prenota Monte Athos su Booking.com

Il Monte Athos, o Agio Oros, è il centro monastico della Chiesa greco-ortodossa, uno stato all’interno di uno stato, un museo a cielo aperto e un centro spirituale della Grecia.
Massiccio montuoso sacro, nel nord della Grecia, nella penisola più orientale delle tre che compongono la penisola Calcidica, Monte Athos confina, in una sottilissima striscia di terra, con la Macedonia Centrale. Il Monte Athos è una repubblica monastica, cioè ha una forma autonoma di autogoverno.

Maggiori informazioni su Monte Athos

Il Monte Athos è ritenuto un luogo sacro, ed è sotto la giurisdizione del  Patriarcato ecumenico di Costantinopoli. Ma non è così facile andare a visitare questo luogo! Infatti, per un laico è necessario un permesso speciale, mentre per le donne l’accesso è completamente vietato! L’interdizione alle donne si estende anche agli animali domestici!
La richiesta di accesso al Monte Athos è una pratica nella quale si deve spiegare il motivo della visita, che può essere solo di studio o pellegrinaggio. La pratica può impiegare mesi prima di essere accettata.

Monte Athos da non perdere

• La foresta pietrificata
• Le sorgenti termali

Cosa vedere Monte Athos

Prima di tutto la cattiva notizia: se sei una donna non puoi entrare nella penisola del Monte Athos. Lo stesso vale se sei un uomo e non hai i documenti adeguati! Nella penisola, già molto particolare per la sua conformazione fisica, e la cui vetta più alta raggiunge i 2 mila 39 metri sul livello del mare, sono presenti 20 monasteri ortodossi, nei quali abitano 1500 monaci. Pur essendo una penisola, il Monte Athos è raggiungibile solo attraverso una barca. Il paesaggio è a dir poco strabiliante. Rocce, pendii, vallate, e una natura rigogliosa e selvaggia, fanno da teatro ai monasteri, che sono opere di architettura uniche al mondo. Basti pensare che qui a Monte Athos è conservata la più grande collezione di arte cristiana al mondo. Castelli bizantini, fortificazioni e cortili sono strepitosi, per non parlare della ricchezza degli interni, che contengono affreschi, mosaici, statue, libri antichi, codici, iscrizioni…insomma, un vero e proprio paradiso per gli amanti della storia, dell’arte e dell’architettura! Il Monte Athos è semplicemente uno dei luoghi più belli della terra, più simile ad una fantasia che alla realtà. Enormi monasteri, come castelli o fortezze punteggiano la costa e appaiono sui pendii delle montagne ad ogni curva della strada. Grotte che ospitano ancora eremiti come hanno fatto per migliaia di anni, chiese con più oro di quanto tu possa immaginare ed icone che sacre, foreste vergini lussureggianti ed una fauna rarissima.
Continua a leggere

In questi monasteri ci sono monaci di ogni paese del mondo ortodosso e non. La spiaggia è forse la più bella dell’Egeo, incontaminata e, come potete immaginare, frequentata molto raramente poiché i monaci generalmente non vanno in spiaggia. Ci sono giardini incredibili curati con amore.
La capitale amministrativa è la città di Karyes, dove risiede il governatore dello stato greco e dove hanno sede le istituzioni, la tesoreria, gli alloggi dei rappresentanti dei vari monasteri, ed alcuni servizi primari come le poste, la farmacia, un ospedale, alcuni negozi e una foresteria. In città ci sono anche un paio di negozi, uno di proprietà di Dimitri, un amico di famiglia.
Qui a Kayres è conservato il Tragos, un rotolo di pergamena del 971, scritto dagli igumeni dei monasteri athoniti e controfirmato e sigillato dall’imperatore Giovanni Zimisce. Questo è il documento che sancisce l’indipendenza perpetua del Monte Athos. La città è stata costruita nel diciannovesimo secolo, sul sito in cui sorgeva.
Monte Athos si raggiunge attraverso una piccola barca, che da Ouranoupoli, ai margini della frontiera tra la Montagna Santa e il resto del mondo, ti porterà al porto di Dafne, il punto di ingresso ufficiale per i pellegrini sul Monte Athos. Dal porto di Dafne un autobus ti porterà alla città di Karyes.
Sarà veramente un’esperienza visitare questa montagna sacra. I monaci sono per lo più amichevoli e amano parlare, soprattutto sentendo parlare della vita al di fuori della montagna sacra. Preparati a ricevere un buon bicchiere di tsipuro e poi a raccontare la tua vita. Molti monaci parlano inglese. Lo Skete di Profitti Elias era un tempo noto come “il monastero americano” a causa del numero di monaci di lingua inglese che vivono lì.
Se sei una donna, sappi che sarai lasciata indietro a Ouranoupoli. Ti conforterà il fatto che ci sono posti ben peggiori in cui rimanere bloccati… La città ha alcuni buoni ristoranti e una bella spiaggia, oltre ad essere intrisa della sensazione di trovarsi in un avamposto decadente ai margini della civiltà. Ci sono anche piccole crociere che circumnavigano la montagna sacra, e dalla barca potrai salutare i monaci e to marito, che nel frattempo starà visitando la penisola… Se per caso decidesse di non tornare mai più, non preoccuparti. Puoi ancora scrivergli ed essere sicura che tutto quello che verrà inviato sarà consegnato. La Holy Mountain ha il suo servizio postale di monaci barbuti che percorrono i sentieri tra monasteri, montagne e grotte, consegnando la posta in maniera rigorosissima. Al di là degli scherzi, il Monte Athos è il luogo più intrigante di tutta la Grecia, e anche se c’è un regolamento molto ferreo per visitarlo, si può sempre godere dei suoi panorami mozzafiato e della vista di alcuni suoi monasteri tramite un’escursione in barca. Una crociera sul Monte Athos è un’esperienza indimenticabile! È un’opportunità favolosa per sentire l’aura spirituale di questo luogo sacro e ammirare la magnifica architettura dei monasteri bizantini insieme al maestoso paesaggio che li circonda. Potrebbe essere nella top 5 delle cose da fare in Calcidica. L’escursione sul Monte Athos è una delle destinazioni di crociera più interessanti in Grecia e ogni estate attira molti visitatori da tutto il mondo. Anche se non sei così interessato al significato spirituale di questo luogo misterioso e miracoloso (il centro dell’ortodossia per secoli), dovresti almeno permetterti di godere di una vista unica sui monasteri antichi che, dall’alto della impervia montagna, si affacciano sul Mar Egeo.
La crociera costa 20-25 euro a seconda se prendi la crociera da Ouranoupolis o Ormos Panagias.

Dove Mangiare a Monte Athos

A Karyes c’è un solo posto in cui poter mangiare, che fa da foresteria per i pellegrini

Storia, informazioni utili ed i consigli di Matt Barrett su Monte Athos

Il Monte Athos fu il luogo scelto dagli eremiti fin dall’antichità: abbiamo tracce di alcuni di loro sin dal IV° secolo. 

I monaci iniziarono a rifugiarsi in questa zona quando il vicino Egitto fu invaso dai musulmani, nel VII° secolo.

Fu Giovanni Kolovos a costruire il primo monastero nel 866, la Grande Vigla.

Dal XI° al XIV° secolo furono costruiti 180 monasteri, abitati da 20000 monaci: la maggior parte di questi furono distrutti dai crociati o da incursioni piratesche. 

Il collegio dell’Athos, fu fondato nel 1748, diventando il seminario più ambito di tutta la Grecia. 

Oggi rimangono 20 monasteri, più alcune centinaia di piccole celle monastiche. 

Dove Dormire a Monte Athos

Hotel, appartamenti, ville, camere e alloggi su misura per te su Monte Athos

Foto di Monte Athos

Come Arrivare a Monte Athos

L’unico mezzo per arrivare nel Monte Athos è il traghetto, che parte da Uranopoli, con tragitti quotidiani. L’arrivo a Monte Athos è nel porto di Dafni. Da qui una corriera vi porterà a Keyras.
Per spostarsi tra i vari monasteri occorre fare affidamento sulle poche corriere, sui mezzi degli stessi monasteri che spesso si attrezzano per i visitatori, e sulle proprie gambe. I sentieri specie nella parte sud, sono per la maggior parte scoscesi e selvaggi… da evitare se non sei più che agile o se soffri di vertigini!
Condizioni di base per l’ammissione al Monte Athos
Secondo una “Chryssobul” (editto) emessa dall’imperatore bizantino Costantino Monomahos, nel 1060 d.C., che rimane ancora valido, le condizioni per entrare nel territorio del Monte Athos sono le seguenti:
– E’ richiesto un permesso, sia per singoli che per gruppi, che viene rilasciato dal Ministero affari Esteri, Dipartimento Chiese (2, Zalokosta Street, in Athens, tel: 210 3626.894), o da Ministero della Grecia nord, Dipartimento Affari Civili Diiki (tiriou Square in Thessaloniki, tel. 2310 270.092).
– L’ingresso è vietato alle donne
– E’ vietato soggiornare nel territorio, a meno che non si abbiano comprovati motivi di studio di carattere religioso o scientifico e solo se si è maggiorenni
– i grechi ortodossi possono presentare domanda, con la carta di identità, all’Ufficio Athos di Ouranoupolis , sul lato destro del porto.
– Diamonitiria (ovvero lo status di pellegrino) viene concesso tramite lo stesso ufficio, presentando la carta di identità e pagando 18 euro (per ortodossi), 3o euro (non ortodossi), 1o euro (non ortodossi ma studenti).
I visitatori stranieri devono presentatre anche il passaporto. Se sei ortodosso, ma non greco, devi dimostrarlo attraverso il certificato di battesimo, o la lettera di un prete. I non ortodossi devono contattare l’Ufficio Pellegrinaggi (109 Egnatia Str., 54622, Thessaloniki, Greece; Tel. +30 2310 252578).

La Mappa di Monte Athos

Recensioni sul Monte Athos