Gythion
Gythion


Gythion, il porto dell'antica Sparta, oggi la vera città portuale greca
Prenota Gythion su Booking.com

Uno dei miei luoghi preferiti della Grecia è Gythion, nel sud del Peloponneso. Gythion è una città portuale con un sacco di buoni ristoranti di pesce, alcune grandi ouzeries e si trova a breve distanza in auto dal Mani, da Mystra e da gran parte della costa sud-orientale del Peloponneso. La città ha alcuni meravigliosi edifici antichi costruiti negli ultimi due secoli. A Gythion è un piacere passeggiare con le case neoclassiche, i negozi e gli spettacolari vecchi palazzi, che abbracciano il fianco del monte Koumaros, fino al mare. Qui si respira ancora l’aria della città portuale greca scomparsa con l’arrivo del turismo di massa nel paese. Gythion è ancora greca.

Maggiori informazioni sulla Gythion
Gythion è un’autentica città portuale greca semiurbana con aspetti sia positivi sia negativi. Ci sono anche zone fatiscenti e palazzi abbandonati, e si respirano i problemi della classe operaia e della crisi economica. Ma è la vera Grecia a tutti gli effetti.

Gythion da non perdere

• La spiaggia di Skoutari

Cosa vedere in Gythion

Il lungomare ha tre sezioni. La parte centrale è il porto con le sue barche da pesca e alcuni ristoranti, pizzerie, caffè e negozi, un luogo ideale per fare una passeggiata serale con la gente del posto e le loro famiglie nei mesi estivi. C’è una piccola piazza conosciuta come Platia Githeiou e l’Ouzerie Korali ha alcuni tavoli nella piazza e alcuni grandi mezedes. Raccomandato è anche l’O! Vivi al 35 Vassileos Pavlou per piatti tradizionali greci, pesce fresco, carne e pesce alla griglia e molti piatti e stuzzichini interessanti e fantasiosi, così come birre e dessert di micro-birra greca, tra cui il gelato di Ben e Jerry.

Dietro l’angolo sul lato sud della città c’è la strada costiera fiancheggiata da taverne di pesce che si chiudono nella piccola isola di Kranai, ora collegata da una strada rialzata. Gythion era il porto originale di Sparta ai tempi dell’Iliade e dell’Odissea. A Kranai è possibile visitare la Torre Tzanetakis, costruita durante il dominio ottomano e che oggi ospita il Museo Etnologico. Il faro di Gythion fu costruito nel 1873 ed è alto 25 metri con un raggio di 9 miglia nautiche. Come gran parte dell’area intorno a Gythion, Kranai è ricoperta di magnifici pini.

L’altro lato del lungomare è una zona di caffè e ristoranti, nonché il municipio, costruito da Schiller nel 1891, che ospita il Museo Archeologico. Schiller progettò anche la Maiden School, costruita nel 1886. Nelle vicinanze si trova l’antico teatro costruito nel primo secolo. Questa è la parte più moderna della città e ci sono condomini e negozi tra cui un paio di internet cafè.

Continua a leggere
Proprio nel mezzo del lungomare è il bellissimo hotel neo-classico Aktaion, non solo il mio hotel preferito a Gythion, ma l’unico hotel in cui sia mai stato a Gythion. Con ogni stanza che ha un balcone con vista sul porto è il tipo di posto che devi spronare per partire ed esplorare la città. Il piano terra dell’hotel ospita l’International Press Centre, che ospita anche un negozio di CD e una graziosa libreria in lingua inglese al piano superiore. Potrebbe essere necessario chiedere loro di accendere le luci. Proprio sulla strada il negozio di Yiorgos Hassanakos è una galleria, libreria, negozio di articoli da regalo e uno dei negozi più interessanti della Grecia. George, un artista rispettato, utilizza il negozio come laboratorio che comprende la creazione di figure del teatro greco dei burattini ombra Karagiozis, ritratti e una varietà di stili di arte visiva. Un paio di porte più in giù è un altro negozio che consiglio vivamente di visitare è un negozio di antiquariato uno dei migliori in Grecia. Fu in questo negozio che comprai un baseball bronzato di inizio secolo che era stato riportato negli USA da un immigrato greco di ritorno negli anni venti! Tom Mazarakis ora ce l’ha sulla sua scrivania. Probabilmente vale milioni, ma il ragazzo me l’ha venduto per 15 euro perché la possibilità che qualcun altro entrasse in un negozio di antiquariato a Gythion e che acquistasse un baseball in bronzo era di circa uno su un milione. Gythion è la città più grande della penisola del Mani con 5000 residenti permanenti. Il viaggio da Atene è un po’più di tre ore così come Nafplio molti Ateniesi vengono per i fine settimana. Sparta è a venti minuti in auto verso nord, quindi puoi visitare Mystra e poi tornare a una delle tante spiagge e trascorrere l’intero pomeriggio a nuotare e mangiare pesce. Il posto più importante e interessante da visitare nelle vicinanze di Gythion sono le Grotte di Diros, che sono a mezz’ora di auto a sud-ovest. Da lì è possibile continuare nel Mani andando lungo la costa occidentale e tornando verso est. La spiaggia di Skoutari è una delle più belle del Peloponneso e la piccola taverna balneare di famiglia A Akroyiali serve pesce poco costoso pescato con la propria barca. A nord di Gythion, lungo la costa, troverai una lunga spiaggia sabbiosa da non perdere perché c’è un grosso relitto di una nave. La baia di Lakonikos ospita le tartarughe marine di Loggerhead, note anche come Caretta Caretta, e i nidi si trovano lungo la spiaggia di Evrotas, Mavrovouni, Selinitsa, Valtaki e Vathi dove si svolge un restauro di dune di sabbia, il primo del suo genere in Grecia. La città di Skala ha un Centro di consapevolezza ambientale gestito dall’organizzazione Archelon che ha anche un chiosco di informazioni a Gythion in estate dove è possibile acquistare immagini, libri e regali che aiutano a sostenere la protezione delle tartarughe. (Per maggiori informazioni è possibile inviare un’e-mail a stps@archelon.gr) Per esplorare il Peloponneso meridionale non riesco a pensare a un posto migliore per fare base di Gythion. Anche Monemvasia e l’isola di Elafonisos possono essere fatte come una gita di un giorno. E una sera a Gythion, camminando nel porto, mangiando e bevendo nelle taverne di pesce o seduti e guardando il mare dal vostro balcone nell’hotel Aktion non saprete nemmeno che non siete su un’isola. può essere visitato in qualsiasi momento dell’anno. Per quelli di voi appassionati di cinema che hanno visto il film di Paul Mazursky “The Tempest” con John Cassevettes, Molly Ringwald, Susan Sarandon e Raul Julia e si sono chiesti su quale isola fosse girato, in realtà non è stato girato su un’isola. The Tempest è stato girato vicino a Githeon e probabilmente se lo chiedi in giro puoi scoprire dove esattamente. George Hassanakos mette una piccola guida su Gythion che puoi trovare nel suo negozio. E ‘ben scritto e ha suggerimenti di gite di un giorno, dove fare shopping, dove mangiare e cosa v

Dove Mangiare a Gythion

In una città come Gythion, i cui visitatori sono principalmente grechi e greco-americani, è difficile sbagliare quando si va a mangiare fuori.

Storia, informazioni utili ed i consigli di Matt Barrett su Gythion

I rinomati fondatori dell’antica Gythium furono Eracle e Apollo, che appaiono spesso sulle sue monete o in altre leggende, e Castore e Polluce. Si pensa che Gythion possa essere stato il centro dei commerci di porpora perché il Golfo di Laconia aveva una ricca popolazione di murici. In tempi classici Gythion era politicamente dipendente da Sparta.
Storia ed Info su Gythion
Nel 455 aC, durante la prima guerra del Peloponneso, la città fu bruciata dall’ammiraglio ateniese Tolmides che assediò la città con 50 navi e 4.000 opliti. In epoca romana Gythion fu un porto importante e prosperò come membro dell’Unione, grazie al commercio di porpora, porfido e il marmo antico rosa. Il teatro romano è la testimonianza dell’opulenza della città in questo periodo, ancora ben conservato oggi e usato occasionalmente. Un violento terremoto che colpì l’area nel 375 d.C. La città fu abbandonata e fu un piccolo villaggio per tutto il periodo bizantino e ottomano. Fu durante la guerra d’indipendenza greca che Gythion torno ad essere importante, grazie ai rifugiati che qui arrivarono.

Dove Dormire a Gythion

Hotel, appartamenti, ville, camere e alloggi su misura per te a Gythion

Foto di Gythion

Come Arrivare a Gythion

Per arrivare a Gythion si può volare fino a Kalamata, che è l’aeroporto più vicino, e poi proseguire in autobus. Se vuoi arrivare via mare con la tua macchina, in genere Patrasso è il porto più utile. Altrimenti puoi arrivare via terra, in un viaggio in macchina lungo tutto il Peloponneso. A Gythion ci sono autobus frequenti e un traghetto raro che va da e per l’isola di Citera e Creta.
Maggiori informazioni

La Mappa di Gythion

Recensioni su Gythion