Micene
Micene


Micene, un viaggio indietro nella culla della civiltà
Prenota Micene su Booking.com

Visitare Micene significa fare un viaggio indietro nel tempo di quasi 3.500 anni. Situata nella pianura di Argo, a 12km dal mare, Micene è Patrimonio Unesco dell’Umanità. La maggior parte dei resti architettonici visibili oggi risalgono al XIV e XIII secolo aC, quando Micene era al culmine del suo potere religioso, politico ed economico. Ma la sua mitologia e le sue radici storiche risalgono ancora più indietro nel tempo, e il suo potere una volta raggiunto molto oltre la pianura sotto le sue mura.

Maggiori informazioni su Micene
Micene da non perdere
•La Tomba di Agamennone

• 

Cosa vedere a Micene

Le rovine dell’antica Micene sorgono in un territorio disabitato, e sono un luogo veramente spettacolare. Nel sito archeologico, le cose più importanti sono le fortificazioni, particolarmente massicce da raggiungere fino agli 8 metri di spessore, tra le quali si apre un varco la Porta dei Leoni. Si è creduto per molto tempo che le possenti mura fossero state costruite dai Ciclopi, per la loro possenza. Da qui la dicitura “mura ciclopiche”. Per secoli queste mura hanno affascinato il mondo intero. Nell’acropoli, i corredi funerari hanno portato alla luce ricchezze antichissime: manufatti, ceramiche, tavolette con iscrizioni, tutti elementi importantissimi per ricostruire una storia molto antica. Alcuni dei gioielli rinvenuti nelle tombe risalirebbero, addirittura, al XVI e XII secolo a.C. La tomba più famose che è stata ritrovata è la Tomba di Agamennone. Lìacropoli è stata scoperta dal prof. Schliemann, che ha seguito le indicazioni scritte dal geografo viaggiatore greco Pausania.
Continua a leggere

Per un’escursione fuori Micene, puoi andare ai vicini villaggi di Argo e Tirinto.
Tirinto, era in passato una roccaforte della civiltà micenea. Su uno sperone roccioso potrete visitarne l’acropoli, e una fortificazione con mura spessissime (alcune raggiungono i 15km di spessore).
Situata a soli 9km da Micene c’è Argo. Argo è considerata la città più antica di tutta la Grecia. Anche qui, il sito archeologico è, come immaginerete, assolutamente da non perdere.

Dove Mangiare a Micene

Ci sono ristoranti e hotel nelle vicinanze nella città di Micene.

Storia, informazioni utili ed i consigli di Matt Barrett su Micene

La mitologia greca ci dice come Perseo- famoso per aver ucciso la Medusa e per aver salvato la bella Andromeda da un terribile mostro marino – fondò la città e gli diede il nome quando perse il berretto (chiamato “mykes” in greco antico) e scoprì torna vicino a una sorgente di acqua fresca ai piedi della collina. Perseo non è solo legato alle origini di Micene, ma anche a quelle delle vicine cittadelle di Midea e Tirinto. Fu anche il primo re della dinastia Perseide che terminò con Eurystheus, re di Tirinto, famoso per aver imposto le dodici fatiche su Herakles. Tornato a Micene, la dinastia successiva prese il nome dal re Atreo, che regnò intorno al 1250 aEV. Il più famoso degli Atreidi fu il figlio e successore di Atreo: il re Agamennone, che conosciamo bene come comandante in capo dell’esercito greco nell’Iliade, il racconto di Omero sulla guerra di Troia. Nell’Iliade Micene viene detto di essere “ben fondato”, “largo” e “dorato”. Molto più tardi, nell’Atene classica del V secolo aEV, la Casa di Atreo, e Agamennone e la sua famiglia in particolare, sarebbero stati la fonte di ispirazione per diverse tragedie, messe regolarmente in scena anche oggi.
Storia ed Info su Micene
Considerando le storie intriganti, gli alti epiteti e i nomi famosi legati a Micene, sarebbe logico trovare questa città menzionata nel corso della storia. Tuttavia, sembra essersi sbiadito nella nebbia dei miti e delle leggende quando i suoi ultimi abitanti se ne andarono circa 2000 anni fa. Solo le sue enormi mura “ciclopiche” e la sua famosa “Porta dei Leoni” rimasero visibili ai viaggiatori che avevano studiato i classici e usavano le vecchie storie come guida mentre esploravano gli antichi siti della Grecia nei secoli XVII, XVIII e XIX. A quel tempo nessuno studioso serio credeva davvero che la guerra di Troia fosse realmente accaduta, che Agamennone fosse stato ucciso quando finalmente tornò da Troia, dalla propria moglie per vendetta per il sacrificio rituale della figlia Ifigenia, o che le tombe micenee potessero nascondersi tesori d’oro. Solo dopo che la polvere della Guerra d’Indipendenza contro l’Impero Ottomano si era risolta e la Grecia “moderna” nacque come “Repubblica Ellenica” agli inizi del XIX secolo, gli archeologi e gli storici greci potevano finalmente iniziare a esplorare, scavare e ricercare il più famosi siti di antichità. Nel 1841 la Società Archeologica di Atene iniziò i primi scavi sulla collina rocciosa dove un tempo sorgeva la cittadella di Micene. La riscoperta della civiltà micenea era iniziata. A quel tempo nessuno studioso serio credeva davvero che la guerra di Troia fosse realmente accaduta, che Agamennone fosse stato ucciso quando finalmente tornò da Troia, dalla propria moglie per vendetta per il sacrificio rituale della figlia Ifigenia, o che le tombe micenee potessero nascondersi tesori d’oro. Solo dopo che la polvere della Guerra d’Indipendenza contro l’Impero Ottomano si era risolta e la Grecia “moderna” nacque come “Repubblica Ellenica” agli inizi del XIX secolo, gli archeologi e gli storici greci potevano finalmente iniziare a esplorare, scavare e ricercare il più famosi siti di antichità. Nel 1841 la Società Archeologica di Atene iniziò i primi scavi sulla collina rocciosa dove un tempo sorgeva la cittadella di Micene. La riscoperta della civiltà micenea era iniziata.

Dove Dormire a Micene

Hotel, appartamenti, ville, camere e alloggi su misura per te a Micene

Foto di Micene

Come Arrivare a Micene

Micene dista circa 2 ore da Atene e circa 20 minuti dalla città di Napflio. Gli autobus pubblici che fanno la tratta Atene- Napflio fanno una fermata a Micene. Altrimenti, puoi noleggiare un’auto per goderti in libertà questa terra.
Maggiori informazioni

La Mappa di Corinto

Recensioni sull’isola di Corinto