Mistra
Mistra


Mistra, la città fortificata patrimonio mondiale dell'Unesco
Prenota Mistra su Booking.com

Dichiarata patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO dal 1989, Mistra era una città fortificata medievale. Mistra è situata nel Peloponneso meridionale su uno sperone del monte Taigeto, vicino all’antica Sparta, dalla quale dista circa 8 km. La città fu la roccaforte greca dell’Impero Bizantino, grazie alla posizione strategica. Oggi Mistra ha pochissimi abitanti, ed è un vero e proprio museo a cielo aperto.
Visitando Mistra farai un vero e proprio viaggio nella storia della Grecia e dell’antichità.

Maggiori informazioni su Mistra
Mistra da non perdere
•La Valle delle farfalle
• Il Castello dei Cavalieri di San Giovanni

Cosa vedere a Mistra

Le affascinanti rovine di chiese, biblioteche, roccaforti e palazzi nella città fortezza di Mistra la rendono uno dei siti storici più importanti del Peloponneso. È qui che il ricco bagaglio artistico e culturale dell’Impero bizantino ha fatto la sua ultima presa di posizione di fronte a un esercito invasore ottomano, quasi 1000 anni dopo la sua fondazione.
I punti di interesse per il visitatore sono il villaggio di Mistra, a 1 km circa dalla porta principale dell’antica Mistra, e il villaggio di Pikoulianika, a 800 metri dalla porta della fortezza di Mistra.
L’architettura stessa della città è un tipico esempio di città medievale, con il suo castello imponente che domina dall’alto e il borgo sottostante, con un dedalo di stradine tortuose che li collegano.
Ma le architetture, gli affreschi, gli esempi di pittura murale fanno di Mistra un luogo unico al mondo.

Continua a leggere
Diffusa su una ripida e verdeggiante montagna delle catene del Taÿgetos, questa antica capitale dell’Impero bizantino è il complesso più avvincente di rovine medievali in Grecia. Classica città fortificata, Mystras è inserita in un bellissimo contesto naturale, circondata da ulivi e aranci verdeggianti. Dalla biglietteria dell’ingresso superiore alle rovine, il sentiero a destra (segnalato come “Castello”) conduce fino alla fortezza; La fortezza fu costruita dai Franchi e ampliata dai Turchi; di sotto, i panorami della pianura di Lakonia, lasciano senza fiato. Il percorso a sinistra scende dalla biglietteria ad Agia Sofia, che fungeva da chiesa del palazzo e luogo di sepoltura per le mogli di alcuni imperatori; alcuni affreschi sopravvivono in una cappella laterale. I passi scendono da qui a un incrocio a T. Una svolta a sinistra porta alla Porta di Nafplio. Vicino al cancello si trova l’enorme palazzo dei vasi di Des, in gran parte restaurato ma chiuso al pubblico per adesso. Il complesso fu iniziato dai Franchi e finito dai Bizantini; vari edifici furono costruiti tra il 1250 e il 1450 e il palazzo principale tra il 1350 e il 1400. La Porta di Monemvasia, è l’ingresso alla città bassa. Il Convento di Pantanassa presenta una pietra splendidamente decorata ed è ancora mantenuto dalle suore. Gli affreschi riccamente colorati del XV secolo sono tra i migliori esempi di arte tardo-bizantina. Cercate le minuscole offerte votive in argento e oro sotto la grande icona di loro. Troverai immagini di occhi, orecchie, gambe, braccia, seni, neonati, mariti e mogli impressi su queste tavolette, a seconda dei problemi (salute o vita personale) per i quali i fedeli sperano in un aiuto supernaturale. Le suore chiedono che, prima di entrare, copri le gambe nude con i panni forniti. Il sentiero continua fino al Monastero di Perivleptos, che è costruito in roccia e nascosto in una pineta. Gli affreschi trecenteschi, conservati praticamente intatti, uguale a quelli di Pantanassa. La chiesa ha una cupola molto alta e al centro troverai il Pantokrator circondato dagli Apostoli, e la Vergine fiancheggiata da due angeli. Prosegui in direzione di Mitropoli e attraverserai Agios Georgios, una delle tante cappelle private di Mistra. Più in basso, e sopra il sentiero sulla sinistra, si trova la Laskaris Mansion, una tipica casa bizantina. Il Mitropolis (Cattedrale di Agios Dimitrios) è un complesso di edifici racchiuso da un alto muro. La chiesa originale fu costruita nel 1200, ma fu notevolmente modificato nel 15° secolo. La chiesa si trova in un attraente cortile circondato da stoae e balconi. I suoi imponenti ornamenti e arredi ecclesiastici includono un’iconostasi marmorea, un trono di legno finemente intagliato e un lastra di marmo nel pavimento con un due-teste (il simbolo di Bisanzio) situato nel luogo esatto in cui fu incoronato l’imperatore Costantino XI. Anche la chiesa ne ha alcuni pregevoli affreschi. Le esposizioni al piccolo ma moderno museo al piano superiore comprendono frammenti di stoffe antiche, bottoni, gioielli e altri oggetti di uso quotidiano degli abitanti di Mystras. Oltre la Mitropoli c’è il monastero di Vrontokhion. Questo era un tempo il monastero più ricco di Mystras, il centro delle attività culturali e il luogo di sepoltura del despoti. Delle sue due chiese, Agios Theodoros e Aphentiko, quest’ultima è la più impressionante, con affreschi suggestivi.

Dove Mangiare a Mistra

Storia, informazioni utili ed i consigli di Matt Barrett su Mistra

Mistra fu fondata in epoca romana da un gruppo di spartani. La sua importanza però crebbe con la conquista bizantina, nel XIII° secolo. La città di Mistrà fu fortificata nel 1248 da Guglielmo di Villehardouin, e divenne la sede del Principato latino di Acaia. Grazie alla sua postazione il castello di Mistra divenne importantissimo, visto che da qui si poteva avere il controllo contro gli attacchi di Veneziani, Francesi, etc.
Storia ed Info su Mistra

Gemistos Plethon (1355-1452) ha fondato a Mistra la scuola di filosofia umanistica qui e le sue idee illuminate, incluso il riprendere gli insegnamenti di Platone e Pitagora, attirando intellettuali da tutti gli angoli di Bisanzio.
Anche l’arte e l’architettura sono fiorite, come si vede negli splendidi edifici della città e affreschi.
Mistra decadde sotto il dominio ottomano, ma prosperò di nuovo dopo che i Veneziani lo catturarono nel 1687 e sviluppò una fiorente industria della seta. La popolazione arrivo a 40.000.
I turchi riconquistarono la città nel 1715 e da allora è stato tutto in discesa; la città fu più volte distrutta e data alle fiamme, dai russi e dagli albanesi.  Al tempo dell’indipendenza era una rovina in gran parte abbandonata. Molto restauro ha avuto luogo dagli anni ’50, e continua fino ad oggi. Mistra fu riconosciuta patrimonio mondiale dell’UNESCO nel 1989.

Dove Dormire a Mistra

Hotel, appartamenti, ville, camere e alloggi su misura per te a Mistra

Foto di Mistra

Come Arrivare a Mistra

Si può raggiungere Mistra da Atene, in autobus. Il viaggio dure più di tre ore ed il prezzo abbastanza economico. La distanza in macchina o in autobus tra Atene a Mistra è 243 km.

Maggiori informazioni

La Mappa di Mistra

Recensioni su Mistra