Folegandros

Artisti e poeti arrivano a Folegandros per ammirarne la bellezza struggente, specialmente da quando la rivista “Conde Naste Traveler” l’ha nominata “la più bella isola sconosciuta della Grecia”. La cosa, come si può immaginare, ha fatto salire le tariffe degli hotel e scatenare l’apertura di una marea di ristoranti di lusso! L’isola è piccola ed in alta stagione gli hotel possono riempirsi facilmente, ma la Chora, con le sue numerose taverne e bar, è una cittadina viva e molti viaggiatori che vi arrivano finiscono per innamorarsene, rapiti dal fascino del paesaggio aspro dell’isola più a sud delle Cicladi!

Folegandros da non perdere

Cosa vedere a Folegandros

Folegrandos è una piccola isola delle Cicladi, circa 32 metri quadrati di terra scura e falesie alte, con un perimetro costiero di 40km. Molte delle spiagge sono raggiungibili solo a piedi. Questo rende l’isola di Folegrandos il posto giusto per chi ama le escursioni, la natura, le spiagge poco contaminate! Folegandros è davvero uno dei migliori pezzi delle isole Cicladi: arrivare sull’isola è un tuffo nel vero Mediterraneo, ma anche nella sua storia rurale, nella sua campagna arida ma mai avida, nel vento che ne ha modellato le rocce. Folegandros ha sviluppato un tipo di turismo tutto suo, chi ci va rispetta in pieno i ritmi dell’isola e la sua bellezza semplice e aspra, non cerca discoteche e negozi, ne’ spiagge attrezzate, ma piuttosto si gode il mare, il paesaggio ed il vento. La caratteristica dell’isola è di avere comunque mantenuto la sua natura, la popolazione è ancora molto legata al mondo rurale ed alla pastorizia. Il paesaggio è roccioso ed aspro a nord, mentre a sud degrada in zone più pianeggianti.
I villaggi principali dell’isola sono tre: la zona portuale di Karavostasi, la città principale Chora ed il villaggio di Ano Meria. Chora è una delle più antiche città medievali delle Cicladi; chiusa al traffico ed interamente pedonale, è una cittadina ridente fatta di stradine lastricate, case bianche e deliziose piazzette, nelle quali fermarsi a gustare un drink godendosi l’ombra degli alberi. La cittadina si snoda intorno al Kastro, la fortezza medievale costruita dai veneziani nella parte superiore della città che risale al 13° secolo, nella quale si può anche entrare. Chora si può definire come uno dei villaggi più pittoreschi e tradizionali nel suo genere! Si dice che da qui la vista sia seconda, per bellezza, solo a quella di Santorini! Nonostante l’isola di Folegrandos sia molto tranquilla, se hai voglia di uscire e di ascoltare buona musica ci sono dei piccoli locali in cui divertirsi.
Una cosa da fare assolutamente una volta arrivati alla Chora di Folegandros è visitare la chiesa di Panagia. La chiesa è situata in alto, sopra la Chora, e si raggiunge a piedi, con circa un quarto d’ora di camminata  su una gradinata asfaltata, o a dorso di un mulo, se il caldo vi fa sentire pigri. La salita è abbastanza semplice, e una volta arrivati saprete che ne è valsa veramente la pena. Oltre alla visita della chiesa, interessante, la vista da qui è veramente sensazionale: la collina domina l’isola, e da qui si ha una visuale unica sul mare e sulle isole circostanti. da fare al tramonto, per un’esperienza indimenticabile.

Le spiagge di Folegandros

A Folegandros ci sono una grande varietà di bellissime spiagge, poco turistiche, molte delle quali sono raggiungibili sono con un piccolo trekking o con un taxi boat. Il percorso per raggiungere le migliori baie riserva sempre uno spettacolo mozzafiato.
La maggior parte delle spiagge non sono attrezzate o in modo molto semplice, adatte ad un tipo di turismo che cerca nella natura la bellezza.
Agios Giorgos è una delle migliori, e in estate questa baia sorprende con una leggera brezza che permette di rilassarsi sotto gli alberi; da qui puoi raggingere Ano Meria con una piacevole camminata.

Dove mangiare a Folegandros

Con l’evoluzione di Folegandros come isola di un turismo ricercato, alcuni dei ristoranti dell’isola hanno, negli ultimi anni, riletto i piatti della tradizione greca dangogli un twist più contemporaneo.
La maggior parte delle taverne si trova nella Chora dove potrai anche sederti per un drink o un ouzo prima o dopo cena.
Non puoi partire senza aver assaggiato due dei piatti autentici di Folegandros: la tipica pasta fatta a mano chiamata matsata cucinata con carne di coniglio e, se ti piacciono i dolci, ordina una fetta di karpouzenio, dolce fatto con l’anguria.
Ricordati che gran parte di quello che proverai è cucinato con prodotti a km 0 provenienti dalle fattorie e campi che circondano la Chora.

Storia, informazioni utili ed i consigli di Matt Barrett su Folegandros

La storia di Folegandros è ancora quasi del tutto sconosciuta. Ma il ritrovamento di insediamenti molto antichi ci dice che l’isola fu abitata anticamente. Sappiamo per certo che fu abitata dai Cretesi, dai Cari, dai Dori e dagli Ateniesi. Subì come gran parte delle isole Cicladi il dominio veneziano, che ci ha lasciato l’immancabile kastro veneziano, fino al 1500. Fece parte dell’Impero Ottomano, per poi andare a far parte dello Stato Greco nel XIX° secolo.

Dove dormire a Folegandros

A Folegandros, ci sono un certo numero di hotel a conduzione familiare e B&B che reggono il confronto con hotel di categoria superiore su altre isole più frequentate. Folegandros come qualsiasi isola può essere affollata in estate, quindi arrivare alla ricerca di un posto dove dormire può essere un po’ rischioso. E’ consigliato prenotare in anticipo. Prima di tutto avrai bisogno di sapere come muoverti, come arrivare e come raggiungere le altre isole. Se vuoi visitare altre isole puoi andare a Sifnos, Milos o Santorini (che è anche l’aeroporto più vicino.

©Onar Suites Folegandros

Foto di Folegandros

Come arrivare a Folegandros

L’isola di Folegandros non ha aeroporto, quindi sarà necessario sfruttare alcuni degli aeroporti vicini, come quello di Santorini o di Atene, che hanno voli internazionali, o quello di Milos, che però ha voli solo interni.
In traghetto, da Atene il viaggio dura circa tre ore e mezzo con i traghetti della Sea Jet, mente quelli più lenti impiegano anche fino a nove ore, perchè ci sono numerose fermate intermedie sulle altre isole.
Per Santorini ci sono sia corse veloci che traghetti che fanno fermate intermedie. Gli aliscafi veloci impiegano circa 40 minuti, e ci sono più imbarchi al giorno, anche se il costo non è economicissimo. I traghetti che fanno fermate intermedie invece sono più economici ma impiegano naturalmente più tempo, ma non ci sono tutti i giorni.
Per quanto riguarda i collegamenti con altre isole, bene per Sifnos, Milos e le Cicladi occidentali mentre per Santorini, Sikinos e Ios meglio scegliere i super jet o l’alta velocità. E’ logico pensare che la maggior parte delle persone che lavorano sull’isola avranno necessità di recarsi nella capitale delle Cicladi, a Syros, per licenze, permessi, e cose amministrative, dunque si può presumere che ci sarà un traghetto da e per l’isola un paio di volte a settimana. 

La mappa di Folegandros

Traghetti da e per la Grecia e le isole greche

Torva le migliori soluzioni ed offerte per il tuo viaggio in Grecia in traghetto: in nave dal porto del Pireo alle isole greche

Autonoleggio in Grecia. Affitta un'auto sulle isole greche

Noleggia un'auto per il tuo soggiorno in Grecia: Atene ed isole greche comprese

Voli per la Grecia e le isole greche

Dall'Italia ci sono tariffe speciali per volare in Grecia. Milano, Roma, Napoli offrono voli low cost su Atene, e le isole.