Naxos


Una gemma dell'Egeo non ancora del tutto esplorata, Naxos è un'isola rurale con una frizzante cittadina
Prenota Naxos su Booking.com

Un’altra gemma dell’Egeo non ancora del tutto esplorata, l’isola di Naxos è un’isola grande e ricca di verde, e probabilmente ha alcune delle migliori spiagge della Grecia.
L’isola di Naxos è una vivace città portuale con ristoranti, caffè, club e negozi. Belle le valli, un vero paradiso per gli amanti del trekking e delle passeggiate, in particolare la zona conosciuta come Tragaia.
L’isola è vicina alle più famose Mykonos, Ios, Paros e Santorini, con frequenti collegamenti in traghetto durante tutta l’estate.

Maggiori informazioni su Naxos

L’isola di Naxos potrebbe godere del turismo di alta classe e dei grandi guadagni derivanti da esso come la vicina Mykonos, ma l’isola ha anche una sua natura, maggiormente legata al territorio ed all’agricoltura: con i suoi uliveti, i frutteti, e la grande tradizione della pesca, sull’isola di Naxos si può davvero respirare la vera cultura greca, una “normalità di vita” che la rende attraente anche ad un altro tipo di turista, e non solo a coloro che cercano abbronzatura, mare e bar! Naxos è l’isola più verde delle Cicladi, con montagne incredibilmente alte e valli fertili. Ci sono spiagge che sono tra le più belle della Grecia, a pochi minuti di auto dai villaggi dove ancora indossano abiti tradizionali, tessono su vecchi telai e vivono dei frutti della terra. Naxos è un’isola di bellissime chiese antiche, monasteri e castelli.

Naxos da non perdere

• La Portara

• Il Kastro



Cosa vedere a Naxos

L’isola di Naxos è grande. Se hai intenzione di esplorare l’isola, potresti voler noleggiare un’auto, una moto o una bicicletta. Ma se soggiornate in un hotel, o a breve distanza a piedi da una delle straordinarie spiagge di Naxos, probabilmente non vorrete più muovervi!
Naxos è davvero benedetta con alcune delle spiagge più belle di tutta la Grecia. Lunghe distese di sabbia dorata e il mare più blu che abbiate mai visto, molte delle quali non si potrebbero certo definire ancora da scoprire. Ma ciò non toglie loro alcun fascino. Sulle spiagge principali, una vasta gamma di attività acquatiche sono disponibili. La spiaggia migliore, a detta di tutti, è a Plaka, ma anche a Agios Prokopios, Agia Anna, Mikri Vigla e Kastraki, ognuna delle quali, su qualsiasi altra isola, godrebbe della fama di spiaggia più bella dell’isola! Il villaggio di pescatori di Apollon è un luogo frequentato per gite di un giorno, con buoni ristoranti di pesce e una statua gigante incompiuta del Dio Apollo, che si trova nelle antiche cave di marmo dal 600 aC

Continua a leggere

La città di Naxos resta in qualche modo viva anche in inverno. L’isola, infatti, non dipende solo dal turismo, ed ha una popolazione stanziale di Greci e stranieri. Naxos è una delle città portuali più piacevoli delle Cicladi, a mio parere seconda solo a Hermoupolis, Syros, che è la capitale.

Assicuratevi di visitare il Museo veneziano di Naxos nel Kastro, dove durante tutto l’anno, specialmente durante l’estate, ospitano importanti attività culturali, come concerti di musica classica, concerti di violino locali e tradizionali, mostre d’arte o eventi folcloristici, nella torre cantina, e anche nel cortile sul lato della torre, che ha una vista spettacolare, con vista sul porto e sul mare. Il museo è aperto dalle 10 alle 23 e contiene mobili e articoli per la casa dei secoli passati.
A Naxos, la prima cosa che si vede all’arrivo è la Portara, la porta dell’antico Tempio di Apollo, costruita nel 522 aC dal Tiranno Lygdamis e mai terminata. Si dice che se stai sulla porta e esprimi un desiderio, l’energia di Apollo inizia a lavorare per far avverare il tuo desiderio. Al momento della sua costruzione Lygdamis intendeva renderlo il tempio più grande e più glorioso della Grecia. Sfortunatamente fu rovesciato prima che fosse completato. Se fosse stato completato, Naxos sarebbe probabilmente una delle più importanti destinazioni archeologiche in Grecia con un tempio che avrebbe potuto essere una delle meraviglie del mondo antico. Dopo l’ascesa del cristianesimo, l’edificio fu usato come chiesa ma fu smantellato durante il periodo veneziano e i suoi blocchi furono utilizzati per altri progetti di costruzione, in particolare il Kastro sopra il porto di Naxos. Sopra le case bianche della città si trova il Kastro (castello) che fu costruito dall’imperatore veneziano Markos Sanoudos II nel 1207 e fu sede del potere nelle Cicladi per 300 anni. All’interno delle mura una serie di residenze veneziane, una cattedrale cattolica del XIII secolo e la scuola francese dove studiava Nikos Kazantzakis, il più grande scrittore moderno greco che scrisse, tra le altre cose, “Zorba il greco” e “L’ultima tentazione di Cristo”. L’edificio è ora il Museo Archeologico che contiene alcuni esempi di figurine e ceramiche in marmo bianco. Il castello è stato continuamente abitato da quando è stato costruito e durante l’estate ospita concerti e mostre che sono pubblicizzati in giro per la città da manifesti e opuscoli. Il Kastro originariamente aveva diverse torri di cui una rimane, chiamata Torre Glezos che fu restaurata nel 1968 dopo essere stata donata al Ministero Archeologico Nazionale dal suo proprietario Petros Glezos.
L’area chiamata  Bourgos è dove vivevano i greci quando i veneziani controllavano la città e le sue strade tortuose sono piene di ristoranti e negozi. La parte settentrionale di Naxos si chiama Grotta e ha una spiaggia di ciottoli che non viene utilizzata molto poiché i venti settentrionali lo rendono piuttosto difficile e difficile per tutti tranne i migliori nuotatori, body surf e wind surf. Tuttavia, quando non c’è vento ed è calmo, può essere molto piacevole. C’è un sito archeologico qui aperto al pubblico. La parte meridionale della città di Naxos è la spiaggia di Agios Georgios, molto popolare e con numerosi hotel, caffè, ristoranti e bar. Il porto è una vivace area di caffè, ristoranti, agenzie di viaggio e negozi. Ci sono banche dove puoi cambiare i travellers cheques e quando sono chiuse le agenzie di viaggio hanno anche servizi di cambio. In generale, la città è occupata e al suo arrivo può sembrare confusa. Ma se trovi un posto dove sederti, rilassati e orientati, il caos dentro di te sembra rispecchiare ciò che ti circonda e puoi iniziare a divertirti.

Dove Mangiare a Naxos

Naxos è un’isola rurale, dunque la maggior parte dei ristoranti propone verdure, frutta e carne coltivate localmente e, naturalmente, pesce. Le specialità dell’isola sono i deliziosi formaggi e le salsicce che dovrebbero essere provati ovunque perché ognuno ha i propri, particolari e speciali. I vini locali sono buoni e l’ouzo locale, distillato e puro, è uno dei migliori in Grecia. Bevono anche Kitron, una bevanda alcolica ricavata dall’albero che fa parte della famiglia delle arance. Ci sono molti ristoranti nella città di Naxos e su tutte le spiagge vicino alla città di Naxos…è solo questione di trovare quello che preferisci!

Storia, informazioni utili ed i consigli di Matt Barrett su Naxos

L’isola di Naxos è stata abitata ininterrottamente dal IV millennio aC e quasi ogni giorno gli scavi intorno all’isola portano alla luce antichi manufatti. Il nome sembra provenire dal re del popolo dei Cari, che abitarono l’isola dopo i Traci e i Pelasgi. La civiltà si sviluppa in maniera significativa sotto gli Ioni.
Storia ed Info su Naxos
L’isola divenne possedimento romano dopo essere stata conquistata da Spartani, Macedoni e Tolomei. Nel 1200, sotto i Veneziani, Naxos fu capitale del Ducato dell’Egeo. L’isola viene in questo periodo divisa in 56 province, ed il potere del ducato durerà per tre secoli, fino al 1564, quando Naxos viene conquistata dai turchi. Liberata nel maggio del 1821 e nel 1830 entra a far parte del nuovo stato greco.

Dove Dormire a Naxos

Hotel, appartamenti, ville, camere e alloggi su misura per te sull’isola di Naxos.

Foto di Naxos

Come Arrivare a Naxos

A Naxos c’è un piccolo aeroporto, con voli diretti da e per Atene. L’isola è vicina alle più famose Mykonos, Ios, Paros e Santorini, con frequenti collegamenti in traghetto durante tutta l’estate.
Il viaggio in traghetto è di circa 7 ore da Atene, con tappa a Paros e ci possono essere cinque o più corse al giorno in estate, meno in inverno. Le alte velocità estive impiegano invece circa tre ore per arrivare. Ci sono collegamenti giornalieri per Mykonos, Ios e Santorini. Collegamenti meno frequenti, ma presenti, con Creta, con il Dodecanneso, Ikaria, Samos, Amorgos, le piccole isole delle Cicladi, Skiathos, e Salonicco.

Maggiori informazioni

La Mappa di Naxos

Recensioni sull’isola di Naxos