Sifnos

Sifnos è tra le più belle isole greche in assoluto e racchiude in se tutto il fascino delle Cicladi, con il vantaggio di non essere stata rovinata dal turismo di massa

Se siete alla ricerca della perfetta isola greca con il giusto equilibrio tra belle spiagge, vita notturna low-key, tipici villaggi bianchi, turismo a basso impatto e (forse!) il miglior cibo delle Cicladi, allora stai cercando proprio Sifnos, isola nella quale sono venuto per oltre trent’anni.

A sole tre ore da Atene con la nave ad alta velocità o cinque ore con il traghetto standard, Sifnos è facile da raggiungere e, una volta arrivato, potresti non voler più andare via! La maggior parte delle persone che visitano Sifnos ci tornano di nuovo, e molti finiscono per tornarci ogni anno, mentre alcuni arrivano addirittura a comprare qui delle proprietà ed a considerarle come la loro vera “casa”. Con facili collegamenti tutto l’anno verso Milos e verso Serifos, e collegamenti estivi per Santorini, Mykonos, Paros e Naxos, Sifnos è l’isola perfetta da includere nel tuo itinerario tra le isole Cicladi.

Maggiori informazioni su Sifnos

Sifnos è la quarta isola delle Cicladi occidentali ed è facilmente raggiungibile con il traghetto e il catamarano ad alta velocità dal Pireo. Sifnos è un’isola montuosa con fertili vallate, spiagge bellissime e villaggi tipici.

L’isola ha una lunga storia ed è stata abitata sin dal lontano 3000 a. C.

Sifnos è il posto dove andare se sei alla ricerca della “vera Grecia” e tuttavia non disdegni un po’ di vita notturna! Ottimo per viaggi di nozze, coppie, famiglie con bambini e per tutti i romantici.

L’isola di Sifnos è apprezzata in tutto il mondo per la sua storia, per la lunga tradizione ceramistica, per l’ottima cucina, per le spiagge e per le numerose chiese, i monasteri e i resti archeologici. Ultimo, ma non per importanza, il meltemi, il vento del nord, che mitiga la stagione più calda rendendo il clima di Sifnos piacevolissimo.

La città principale dell’isola di Sifnos è Apollonia, che sembra prendere il nome da un antico tempio di Apollo. Costruita su tre colli, la città di Apollonia ospita il Museo del Folclore, che espone una collezione di tessuti, armi, dipinti e vesti. Ma l’antica capitale di Sifnos, fino al 1836, era Kastro. Oggi parco archeologico, Kastro è costruito sulla sommità di una rupe che svetta sulla sponda orientale dell’isola. Kamares è invece la cittadina portuale dell’isola di Sifnos, ed anche una delle spiagge ed il porto più pulito della Grecia, grazie al fatto che Sifnos è stata la prima isola greca a pensare al trattamento dei propri rifiuti!

C’è almeno un traghetto al giorno, (di solito due), che porta dal porto del Pireo sino a Sifnos, più un catamarano ad alta velocità che può portarti sull’isola in poco più di 3 ore dal Pireo, in alcuni periodi dell’anno una corsa al mattino e una al pomeriggio, così da rendere possibile il dormire nell’isola dopo una notte in città ad Atene. Durante tutto l’anno l’isola di Sifnos si può facilmente raggiungere quotidianamente dalle vicine isole di Milos, Serifos e Kythnos e in estate è collegata a Santorini ed alle altre isole famose con diversi traghetti a settimana. Inoltre ci sono altri collegamenti, anche se meno frequenti, per quasi tutte le isole delle Cicladi, tramite Syros.

Ci sono numerosi hotel e camere in affitto a disposizione e ci sono numerosi tour operator nel porto di Kamares che ti aiuteranno a trovare un posto in cui soggiornar, sia che tu voglia stare nella zona del porto, che nella città principale di Apollonia, o in uno dei tanti villaggi e spiagge dell’isola. Più verde e fertile delle altre isole delle Cicladi, Sifnos è un posto meraviglioso da visitare, soprattutto se ti piace la natura e se ami camminare. Se ti piace nuotare, sarà difficile trovare un’isola con spiagge migliori di Sifnos. Platiyialos, solo per fare un esempio, è una delle spiagge più belle di tutta la Grecia.

I prezzi a Sifnos non sono alti rispetto ad altre isole più famose come Mykonos e Santorini. Le spiagge sono poco affollate e molto pulite e, viste le numerose baie rocciose e protette, qui fare snorkeling è eccellente! I Sifniots sono anche conosciuti in tutta la Grecia come i migliori cuochi dell’intero paese, e i ristoranti locali lo testimoniano. L’isola ha anche attirato alcuni dei migliori chef provenienti da tutta la Grecia e l’Europa. Sull’isola sono presenti 365 chiese e monasteri, di differenti tipologie e situate in luoghi vari e particolari.

Mi sento veramente di affermare che Sifnos è, oltre a tutto ciò, la patria della gente più amichevole e amabile di tutta la Grecia.

Sifnos da non perdere

• La panagia Chryssopigi

Platy Gialos. La Spiaggia piu’ lunga delle Cicladi

• L’antico villaggio di Kastro

• La taverna di Manolis a Vathi

• Il Festival gastronomico delle Cicladi in settembre

• La passeggiata tra Apollonia ed Artemonas

• Panagia Poulati

• Il porticciolo di Heronissos

Cosa vedere a Sifnos

L’isola è ricchissima sia a livello naturalistico che storico. Basti pensare che sull’isola di Sifnos ci sono più chiese che in qualsiasi altra isola delle Cicladi: sono 360, quasi tante quante i giorni dell’anno. Molte di queste hanno grande pregio artistico o architettonico. Il monastero di Panagia Chryssopigi è il più importante dell’isola, ma anche la chiesa di Panagia Poulati è molto amata, anche grazie allo splendido paesaggio che la circonda. Iniziate dalla scoperta della capitale, Apollonia, tutta da percorrere nelle sue stradine lastricate e le tipiche case bianche; da non perdere la cattedrale di Timios Stavros, la chiesa di Panagia Ouranofora e il Museo del Folclore. Vicino ad Apollonia, non perdete il villaggio di Artemonas: insediamento tradizionale con alcune delle più belle dimore antiche in stile veneziano, circondato da mulini a vento. Kamares è il porto di Sifnos, ma è anche uno dei posti più belli in cui soggiornare a causa della sua lunga spiaggia, della sua fertile valle, degli ottimi ristoranti e caffè e del fatto che i traghetti qui non si trattengono abbastanza da far sembrare Kamares un porto. Una volta partiti i traghetti, sei in una tranquilla (ma non troppo! ) cittadina di pescatori dal sapore turistico, ma non esageratamente da farti sentire come se fossi a Mykonos o San Tropez..

Continua a leggere

Kastro è invece uno dei luoghi più interessanti e misteriosi di Sifnos. L’antica città sorgeva su una roccia che domina il mare, e fu abitata fin da 3000 anni fa e fu, come già detto, la capitale dell’isola. Ancora oggi si possono scorgere i resti, che affiorano disseminati nel paese, inclusi gli antichi sarcofagi. Un altro luogo che non mancherei di visitare assolutamente è Heronissos. Una stretta baia ed un gruppo di case in pietra che si stringono a forma di ferro di cavallo attorno ad essa: questo è Heronissos. A renderla unica però, è il fatto che fino a poco tempo fa si poteva raggiungere solo con la barca, perchè era impossibile farlo attraverso la strada…questo l’ha in qualche modo preservata dal turismo, ed è una cosa che si respira, e che la rende ancora più misteriosa ed affascinante! Altra perla da non perdere è Vathy: una splendida baia sabbiosa ed un villaggio pittoresco, “uno dei posti più silenziosi e più belli che tu abbia mai visto!”. Da visitare il monastero bianco (Taxiahiris) e la spiaggia, naturalmente! Platy Gialos è una delle spiagge più lunghe delle Cicladi ed una delle più apprezzate dell’arcipelago, ma anche dell’intera Grecia. La località è più turistica, con alberghi lussuosi, negozi e locali notturni; interessanti, le botteghe artigiane di ceramica.

Apollonia, Sifnos

Apollonia, Sifnos

ApolloniaLa capitale di Sifnos Apollonia è la capitale di Sifnos. In realtà, Apollonia è un agglomerato di villaggi, il cui nome viene da uno di

Leggi tutto »

Heronissos, Sifnos

HeronissosUna bellissima baia nel punto piu’ remoto dell’isola di Sifnos Fino a poco tempo fa, una visita ad Heronissos era qualcosa che solo pochi eletti

Leggi tutto »

Kamares, Sifnos

KamaresL’approdo di Sifnos, ma allo stesso tempo la migliore località balneare per famiglie Kamares è la migliore località balneare in Grecia, adattissima per le famiglie, specialmente

Leggi tutto »

Kastro, Sifnos

KastroL’antica capitale dell’isola di Sifnos Kastro è uno dei luoghi più affascinanti e misteriosi di Sifnos. La città è stata abitata per oltre 3000 anni

Leggi tutto »
La Ceramica di Sifnos

La Ceramica di Sifnos

La Ceramica di Sifnos Un’antichissima tradizione L’isola di Sifnos vanta una tradizione antichissima per la ceramica. Numerosi sono ancora oggi gli artigiani e gli artisti,

Leggi tutto »
Vathi, Sifnos

Vathi, Sifnos

VathiL’approdo di Sifnos, ma allo stesso tempo la migliore località balneare per famiglie Vathy è un bel piacevole porticciolo con possibilità di soggiornare e ottimi ristoranti

Leggi tutto »

Dove Mangiare a Sifnos

L’isola di Sifnos è conosciuta per la sua cucina raffinata. Forse è anche grazie alla grande tradizione di produzione di ceramica sull’isola che la cucina a Sifnos ha avuto un tale sviluppo! Mentre in altri luoghi in Grecia ancora cucinavano la carne semplicemente sul fuoco, la gente di Sifnos già preparava deliziosi stufati nelle casseruole e nei forni di argilla che vengono usati ancora oggi. Una piccola curiosità; nelle navi greche trovarsi in un equipaggio con il cuoco di Sifnos è considerata una grande fortuna! Clicca sul link e scopri i ristoranti preferiti di Matt Barrett a Sifnos.

Storia, informazioni utili ed i consigli di Matt Barrett su Sifnos

L’isola di Sifnos è stata abitata fin dall’Epoca Neolitica, e fu colonizzata dagli Achei-Micenei, che costruirono la cittadina fortificata presso l’attuale monastero di Agios AndreasLo sviluppo dell’isola fu fortemente trainato dalla presenza delle miniere di elettro. Grazie allo sfruttamento delle miniere l’isola divenne una polis all’avanguardia, sia a livello economico che sociale. Basti pensare che l’isola di Sifnos fu una delle prime polis  a coniare una moneta propria, e che per la prima volta i lavoratori delle miniere (nelle quali lavoravano, naturalmente, gli schiavi) furono pagati in moneta. Finita la fortuna delle miniere l’isola fu più volte assediata ed occupata dalle forze persiane. In epoca romana, Sifnos fu invece contesa tra Veneziani, Bizantini e Spagnoli, che la resero feudo ottomano.L’isola rimase ottomana fino alla Guerra d’Indipendenza Greca, alla quale partecipò attivamente. Il Primo Ministro dell’Istruzione greco era proprio di Sifnos.

Storia ed Info su Sifnos

All’inizio dell’età del bronzo i coloni dell’Asia Minore giunsero sull’isola e si unirono alla popolazione presente, andando a sviluppare quella che è conosciuta come la “Cultura delle Cicladi”. Gli uomini di questo periodo lavoravano il marmo e la pietra ed erano dediti al commercio via mare.

Durante la tarda Età del Bronzo, Sifnos era sotto l’egemonia culturale e commerciale dei Minoici di Creta. Si pensa che i Corinzi fondarono la città chiamata Minoa, ma non ne abbiamo ancora le testimonianze certe.

Nel 1400 a. C. l’esplosione del vulcano di Santorini distrusse i maggiori centri della civiltà minoica, mentre i Micenei divennero la potenza dominante della zona e utilizzarono le isole come punti di collegamento e contatto verso il vicino oriente; in questo modo la popolazione autoctona si mischiò molto con quella Micenea. 

Intorno al 1100 a. C. Sifnos fu colonizzata dagli ionici di Attika, guidati dal loro coppiere Alkenor che divenne il primo sovrano dell’isola.

E’ durante l’VIII° secolo a. C. che i villaggi in Grecia iniziarono a crescere, sulla terraferma e sulle isole. Sifnos era in questo periodo sotto il dominio della vicina Milos. Fu allora che sull’isola fu scoperto l’oro: la capitale fu pavimentata in marmo pario e fu costruito un tesoro a Delfi. Una leggenda narra che ogni anno i Sifniot presentavano un uovo d’oro al Dio Apollo. Un anno invece, presi dal senso di colpa per il troppo sfarzo, donarono un uovo che non era interamente in oro, ma semplicemente placcato. Il Dio se ne accorse, e preso dall’ira, distrusse le miniere. Fu sempre in questo periodo che i pirati di Samian saccheggiarono l’isola. Con le ricchezze acquisite, si impossessarono dell’isola di Hydra. Quando le miniere di Sifnos non ebbero più metalli preziosi, l’isola si impoverì molto.

Nel V° secolo a. C. Sifnos faceva parte dell’alleanza greca che sconfisse i Persiani a Maratona, Salamina e Platea. Sifnos divenne parte della Lega di Delo e passò sotto l’autorità di Atene. Durante le guerre del Peloponneso, Sifnos riuscì a rimanere fuori dal conflitto. Nel 338 l’isola cadde sotto l’influenza di Filippo di Macedonia. Quando i persiani lo catturarono nel 332, Alessandro Magno mandò uno squadrone per espellerli dall’isola. Quando Alessandro Magno morì e l’impero fu diviso tra i suoi generali, Sifnos finì sotto l’influenza dei Tolomei d’Egitto, fino al 146 a. C., quando essi caddero sotto Romani.

Nel 395 d. C. quando avvenne la divisione dell’impero romano, Sifnos andò a far parte della metà orientale. Mentre i barbari dal nord attaccavano l’impero, i Greci persero il controllo dei mari e Sifnos fu saccheggiata da pirati arabi, veneziani e bizantini.

Nel 1207 Sifnos era sotto l’autorità di Marco Sanudo, nipote del Doge di Venezia, che si era dichiarato duca di Naxos. Nel 1261 l’isola entrò a far parte dell’impero greco di Nicea. Nel 1307 lo spagnolo Antonio da Corogna si dichiarò signore di Sifnos e lo governò dalla città di Kastro. Successivamente l’isola fu donata a Nicolas Gozzadino di Bologna.

Nel 1537 Suleiman il Magnifico ordinò al Kapitan Pasha Khaireddin Barbarossa di combattere i Veneziani nell’Egeo. Egli riuscì ad espellere i Gozzadini. Un accordo con i Sifniots concesse la loro incolumità in cambio di un tributo annuale. Nel 1568 i Gozzadini tornarono a possedere Sifnos. Nel 1617 i turchi occuparono nuovamente Sifnos e governarono fino al 1830, ad eccezione del periodo della guerra russo-turca (1768-74), quando fu occupata dalla flotta russa.

Durante la ribellione del 1821, quando i Greci si organizzarono per liberarsi dalla dominazione turca, l’isola inviò un contingente di combattenti sotto Nikolas Chrysogelas per unirsi alla ribellione. In risposta, il turco Pasha attraccò la sua flotta a Sifnos. I turchi furono sconfitti dai Greci con l’aiuto delle grandi potenze nella battaglia di Navarino.

Nel 1829 la Grecia divenne uno stato sovrano sotto la protezione delle grandi potenze.

Dove Dormire a Sifnos

Hotel, appartamenti, ville, camere e alloggi su misura per te sull’isola di Sifnos.

Foto di Sifnos

Come Arrivare a Sifnos

Ci sono almeno uno o due traghetti al giorno, che partano dal porto del Pireo per Sifnos, oltre ad un aliscafo ad alta velocità che può portarti sull’isola in circa 3 ore, in alcuni periodi dell’anno uno al mattino ed uno al pomeriggio, così da rendere possibile il pernottamento sull’isola dopo una notte in città ad Atene. Durante l’anno l’isola di Sifnos si può facilmente raggiungere quotidianamente dalle vicine isole di Milos, Serifos e Kythnos ed in estate è collegata a Santorini ed alle altre isole famose con diversi traghetti a settimana. Inoltre ci sono altri collegamenti, anche se meno frequenti, per quasi tutte le isole delle Cicladi, tramite Syros.

Maggiori informazioni

La Mappa di Sifnos

Recensioni sull’isola di Sifnos