Le Chiese di Sifnos

Sull’isola di Sifnos ci sono 365 chiese. La maggior parte di queste chiese celebra il proprio santo con un Panagiri, una cerimonia con balli, musica e canti popolari e tradizionali. Gli abitanti dei villaggi si ritrovano tutti insieme festeggiando anche fino all’alba, soprattutto quando a celebrare sono le chiese che sorgono sulle montagne più alte dove la lunghezza del viaggio fa desiderare di rimanere il più a lungo possibile.

La Panagia tou Vounou si affaccia sulla bellissima spiaggia di Platy Gialos, bella almeno quanto la vista che da qui si ha sulle isole di Kimolos, Folegandros, Sikinos e Ios. La chiesa fu costruita nel 1813 e la maggior parte dei materiali furono donati dai Sifnioti di Costantinopoli.

Il Monastero di Agioi Anargiri si trova sulla strada che va da Kamares ad Apollonia e rappresenta anche un bel luogo ombreggiato dove fermarsi a fare una sosta se si sta andando a piedi da una città all’altra.

La chiesa di Agia Yannis si trova a Pano Petali ed ha un bel cortile pavimentato, ed una splendida vista su Sifnos e su Antiparos. Il suo panagiri si tiene il 28 agosto.

Chrysopigi è forse la chiesa più conosciuta di Sifnos e in un certo senso quella che simboleggia l’isola. Si trova su una piccola penisola che, secondo la leggenda, si è separata dalla terraferma per un miracolo che si dice abbia avuto luogo quando le donne di Sifnos si rifugiarono dai pirati. La chiesa fu costruita nel 1650, ma sulle rovine di una chiesa più antica. Il Panagiri si tiene il giorno dell’Ascensione, 40 giorni dopo Pasqua, e gli abitanti dell’isola affermano che il santo continui a compiere ancora miracoli sull’isola.
Circa un chilometro oltre il villaggio di Exambala c’è il Monastero di Kyria Vryssiani che fu costruito nel 1587, dipendente dal Monastero di San Giovanni sull’isola di Patmos. La chiesa celebra la nascita di Santa Maria il 7 e l’8 settembre.
La piccola chiesa sulla strada per Plati Gialos è solo una delle tante piccole chiese simili che punteggiano la campagna. Di solito queste chiesine sono custodite da una famiglia che si occupa di prendersene cura, e offre una scorta di candele e olio per chiunque passi e desidera fare una preghiera o una visita.

La chiesa di Agios Constantinos si trova ad Artemona; fu costruita nel XVIII secolo e si trova nella principale piazza del paese.

Sulla strada che da Apollonia porta a Kamares si trova una piccola chiesa di particolare interesse a causa dell’antichissima porta ad arco situata di fronte ad essa. 

La Chiesa dei Taxiarchi si trova a Vathi ed è situata proprio sul molo dove arriva il traghetto  giornaliero da Kamares. Fu costruita nel XVI secolo e il suo panagiri, che si svolge il 5 settembre, è uno dei più popolari sull’isola di Sifnos e commemora l’Arcangelo Gabriele. Anche il 12 luglio e il 7 novembre ci sono le celebrazioni.

Ovviamente con 365 chiese questo è solo un piccolo elenco. Alcune delle chiese più interessanti che non sono state citate sono i monasteri di Agio Simion e i due dedicati al Profiti Elias. Questi 3 monasteri sono sulle cime delle più grandi montagne di Sifnos e hanno i migliori panagiri. È possibile chiedere un elenco di tutti i Panagiri dall’agente di viaggio locale (Sifnos). Le feste più sentite sono Pasqua e la Panagia (Vergine Maria) il 15 agosto. La Pasqua a Sifnos è festeggiatissima, specialmente a Kamares dove a mezzanotte celebrano la risurrezione di Cristo con il risuonare  delle campane, i fuochi d’artificio e al ristorante Boulis, dove la gente si ferma per godersi una tradizionale zuppa magaritsa. Se vuoi vedere la festa per eccellenza, vieni a Sifnos per Pasqua!