Syros
Syros


La Grecia autentica in una delle isole greche piu’ belle delle Cicladi. Syros è l'isola dove è situata Ermoupoli, affascinante porto, capoluogo dell'arcipelago
Prenota Syros su Booking.com

Gli amanti della inafferrabile “vera Grecia” sono tutti d’accordo sul fatto che l’isola di Syros sia veramente un posto speciale. La città di Hermoupolis è la capitale delle Cicladi e uno dei porti architettonicamente più affascinanti del Mediterraneo, un vero e proprio museo a cielo aperto con alcuni dei più bei palazzi ottocenteschi dell’intera Grecia. Hermoupolis è anche una delle città più cosmopolite tra le cittadine delle isole greche. Villaggi balneari come Kini offrono vacanze low-key su splendide spiagge senza la confusione tipica delle zone più commerciali. Syros è una vera isola greca, bella e divertente, da visitare in qualsiasi momento dell’anno.

Maggiori informazioni su Syros

La più singolare delle isole Cicladi, e anche la capitale, Syros è una delle mie isole preferite. Trovo che Hermoupolis, con il suo porto, sia una bellissima città, e una gioia per gli architetti. Oltre alla bellezza della città, amo alcuni dei suoi ristoranti, che trovo siano tra i migliori di tutta la Grecia, ed alcune delle sue spiagge sono veramente un pardìadiso! Sono convinto che la città di Hermopoulis un giorno sarà una destinazione molto frequentata, anche in bassa stagione. Il primo motivo è la particolarità della sua architettura. Infatti, alla fine del 1800 la città era il porto principale della Grecia e si è dunque arricchita di vecchi edifici, chiese e palazzi, che si incontrano camminando lungo le sue vie, contornate da interessanti caffè. Se ami gli edifici antichi e il buon cibo, vieni qui. Syros è anche l’unica isola delle Cicladi ad ospitare una sede dell’Università dell’Egeo. Ci sono traghetti giornalieri dal Pireo e il viaggio è di circa 4 ore, o 2 ore con l’alta velocità. Ci sono collegamenti giornalieri con Tinos e Mykonos e un traghetto che da qui va in tutte le isole delle Cicladi, facendo ogni giorno un percorso diverso. Ci sono anche le alte velocità e i traghetti da Rafina.

Syros da non perdere

• Il villaggio di Kini
• Il Teatro di Apollo

• Il Museo Archeologico
• Una passeggiata nel distretto di Vaporia

Cosa vedere a Syros

Provate a chiedere a molti Greci quale sia la loro isola greca preferita e otterrete una serie di risposte: Sifnos, Tinos, Lesvos, Chios, Milos sono alcune delle isole fuori dai sentieri battuti che vanno insieme a quelle popolari come Rodi, Santorini e Mykonos che tutti i turisti lodano, (soprattutto perché spesso quelle sono le uniche isole che hanno visitato). Ma gli amanti della inafferrabile “vera Grecia” sono tutti d’accordo sul fatto che l’isola di Syros sia un posto speciale. La città di Hermoupolis è la capitale delle Cicladi e uno dei porti architettonicamente più affascinanti del Mediterraneo. Hermoupolis significa “Città di Hermes” e, come tutti sappiamo, Hermes era il Dio del commercio. L’isola non era un centro importante nell’antichità.

Continua a leggere

La città di Hermoupolis ha dozzine di caffè, ouzeries, ristoranti di tutti i tipi, e un quartiere commerciale che potrebbe facilmente rivaleggiare con quello di Mykonos. Ha anche l’unico casinò nelle Cicladi. Qui avvocati, imprenditori agricoli, uomini d’affari, turisti e isolani si sfidano, vincendo o perdendo soldi! I visitatori che desiderano vivere la città possono soggiornare qui nel porto, in hotel di tutte le categorie, incluso l’eccellente Hotel Hermes, il cui ingresso principale si affaccia sul porto ed il retro sul mare Egeo, con una piccola spiaggia di ciottoli. Coloro che vogliono la possibilità di vivere la città ma preferiscono soggiornare in una graziosa località balneare da cartolina possono soggiornare nel pittoresco villaggio di Kini, uno dei villaggi costieri più belli, una piccola comunità sulla spiaggia con una manciata di taverne di pesce, alcune residenze estive e il mare del colore dei gioielli turchesi messicani. Ci si arriva in maniera molto comoda, guidando per 20 minuti. Barche a vela e yacht possono ormeggiare a Galissas, un villaggio con un porto fatto su misura per i diportisti. Una buona idea può essere noleggiare un’auto e poi esplorare l’isola e trovare spiagge deserte dove il costume da bagno è facoltativo, (ma porta scarpe da trekking, perché il motivo per cui puoi nuotare nudo è perché nessuno camminerà fino così lontano per fermarti).
Hermoupolis è incoronata da due chiese su due colline, che da lontano sembrano in competizione tra loro. Una è la chiesa cattolica di Ano Syros con il suo Metropolitan of Saint George, una basilica a 3 navate con pavimenti in marmo e un altare scolpito. La porta dell’edificio che un tempo era il Seminario è ora l‘Archivio storico della diocesi cattolica, e ospita manoscritti antichi, fin dal primo periodo cristiano. Un’altra tappa fondamentale è il Museo Markos Vamvakaris. Vamvakaris è stato uno dei più prolifici e, alcuni dicono, il più grande dei musicisti Rembetika. Vamvakaris, (ma puoi semplicemente chiamarlo “Markos” e tutti in Grecia sapranno chi intendi), arrivò da Syros ad Atene nel 1922, suonando nel retro dei caffè (tekedes), fumando hashish, inseguendo le donne e cantando di povertà, droga, donne e amore. In particolare, amo la sua canzone “Frankosyriani”, la ragazza cattolica di Syros, una canzone d’amore.. La salita abbastanza per Ano Syros è abbastanza ripida ma puoi farlo se sei giovane e non hai problemi di cuore. Ano Syros è un villaggio di strade strette e tortuose, per lo più gradini, piccoli negozi, taverne, caffè e ha un’atmosfera completamente diversa dalla città sottostante. Era stata la città principale dell’isola prima della costruzione di Hermoupolis all’inizio del XIX secolo. L’altra collina, la collina di Anastassi, ospita invece la Chiesa ortodossa della Resurrezione, accessibile in auto ed interessantissima.

Nella parte bassa della città di Hermopoulis c’è molto da vedere, dal bellissimo Teatro dell’Opera di Apollo, una copia del “La Scala” di Milano, a Platia Maoulis, una delle piazze centrali più grandi e attive della Grecia. La piazza è circondata da portici del XIX secolo edifici e dall’enorme municipio (foto), costruito dall’architetto Ziller nel 1876 che ospita i tribunali, uffici, una galleria e un piccolo caffè. Il Museo Archeologico si trova nella parte occidentale dell’edificio sulla via Benaki e contiene pezzi dal Neolitico fino all’Epoca Romana. Ad una estremità della piazza si svolge spesso il cinema all’aperto che proietta film per lo più in lingua inglese con sottotitoli in greco. La piazza è circondata da caffè, ouzeries, una paninoteca, la Banca Nazionale di Grecia e il Pantheon Live Piano Bar. La Chiesa della Metamorfosi fu fondata dai profughi di Chios nel 1824 ed è la chiesa più antica dell’isola e la sede del Metropolita delle Cicladi. È una basilica a tre navate con un ampio cortile con mosaici di ciottoli. La Chiesa dell’Assunta, costruita dai rifugiati che arrivarono a Syros dall’isola di Psara, ha un’icona di Domenico Theotokopoulos, noto anche come El Greco, che probabilmente fu portato qui dai veneziani nel 19° secolo. Per coloro che hanno visitato il primo cimitero di Atene e sono rimasti colpiti dai mausolei e dalle sculture di marmo, merita una visita anche il cimitero di Syros. Molte delle pietre tombali e dei luoghi di sepoltura familiare sono opere d’arte, che coprono gli ultimi due secoli, e contengono opere di alcuni dei primi architetti della Grecia.

Personalmente, amo fare passeggiate nel distretto di Vaporia, con le sue piazzette e le sue palme . Le eleganti abitazioni del quartiere furono costruite quando Syros era il porto principale della Grecia negli utlimi anni dell’800. Le case sono state restaurate e alcune sono state trasformate in pensioni, ed hanno le caratteristiche piattaforme sul mare, dalle quali ci si può tuffare direttamente. Imponente la cattedrale ortodossa di Agios Nikolaos, costruita nel 1848, adornata al suo interno con affreschi, icone, lampadari e soffitti decorati. Una piccola tip: vai nel negozio di occhiali da sole nel porto, e chiedi se gentilmente possono accompagnarti nella casa di sopra, per un breve tour! Io l’ho fatto, ed è stato molto interessante!

Uno dei luoghi più interessanti e vivaci da visitare in città è secondo me il mercato, soprattutto al mattino. Ci sono negozi di frutta e verdura, pesce fresco e panetterie con pane appena sfornato, biscotti e torte. 

Oltre ad essere abitata da dipendenti pubblici, la città ha i cantieri navali e centinaia di altre piccole imprese, e la numerosa popolazione stanziale viene completata dagli equipaggi delle gigantesche navi che approdano nelle banchine della compagnia Neorion. La Neorion fu la prima grande compagnia di costruzione navale della Grecia e iniziò a costruire barche di legno per combattere nella Guerra d’Indipendenza, negli anni ’20 dell’Ottocento. La compagnia Neorion fu fondata nel 1861, costruendo navi a vapore, oltre a motori a vapore, caldaie, pompe, cannoni pesanti e iniziando nel 1892 a costruire navi con scafo in acciaio. Nel 1974 Neorion costruì quello che potrebbe essere chiamato il primo SUV al mondo, il Neorion Chicago, un lussuoso veicolo a trazione integrale. Ne hanno costruiti due, uno dei quali esposto nel Museo Tecnologico di Salonicco. Neorion ora possiede i cantieri navali di Elefsina al di fuori di Atene e costruisce anche yacht di lusso. Un vero passatempo dell’isola è vedere il lavoro di questi rimorchiatori.

La maggior parte delle altre città di Syros sono località balneari per gli autoctoni che vi si recano nelle calde giornate estive, anche se comunque ci sono alberghi e un piccolo numero di turisti. Le località balneari del sud si trovano su una sorta di pianoro roccioso con edifici che arrivano quasi al mare e appartamenti a due e tre piani sparsi tra le case a isola. Azolimnos è una di queste, una città balneare greca di piccoli alberghi e taverne di pesce a pochi passi dal mare, piena in agosto e nei fine settimana di luglio. I pochi turisti sono regolari, cioè persone che tornano regolarmente ogni volta che hanno le vacanze. Vari è un susseguirsi di hotel, taverne e case estive nella riparata Vari Bay. Ci sono un paio di belle spiagge per nuotare e c’è una piccola baia chiamata Achladi che ha una bella taverna di pesce gestita da Nikos Bamvakousis chiamata Axladi, proprio sul mare. Megas Yialos è una lunga e stretta spiaggia sabbiosa fiancheggiata da alberi, con una manciata di alberghi e taverne.

Poseidonia, che si chiamava Dellagracia nella canzone dei Vamvarkaris Frankosyriani, ha un paio di spiagge sabbiose, ma si distingue per le numerose ville, alcune intatte, alcune in via di restauro. Finikias è un centro per lo yachting. È il miglior porto di barche a vela sull’isola e ci sono un paio di compagnie con sede qui e altre che hanno uffici satellite. La vita sembra girare intorno alla taverna sulla piccola collina che domina il porto. Le barche a vela a noleggio che si fermano a Sifnos di solito vengono a Finikias soprattutto perché gli skipper non sembrano gradire stare nel grande porto di Hermoupolis perché quando i traghetti vanno e vengono, le loro scialuppe fanno rimbalzare le barche a vela su e giù e l’una contro l’altra. Inoltre, la sezione della barca a vela del molo è a circa 3 piedi da tutti i tavoli del caffè, quindi qualsiasi cosa tu faccia hai un pubblico, dalla doccia alla discussione con la tua ragazza. Almeno in Finikias puoi avere un po ‘di privacy anche se devi ancorarti nella baia per ottenerlo. Non è il porto più bello delle Cicladi, ma è pratico e dopo alcuni ouzos in uno dei caffè o ristoranti che si affacciano sul porto, inizia a sembrare un posto dove poter parcheggiare la barca. La vicina spiaggia rossa non è spettacolare come le spiagge rosse a Santorini o vicino a Matala, Creta,  ma la costa rocciosa darà speranza a snorkelisti e pescatori di lancia che sotto lo splendido mare blu ci sia qualcosa da catturare, magari qualche cefalo. Più avanti lungo la costa c’è Galissas, una lunga spiaggia sabbiosa con un’impronta remota e selvaggia da un lato, e ombrelloni e sedie a sdraio dall’altro e alcune taverne, case e stanze in affitto. Affacciato su di esso è l’Hotel Dolphin Bay, il più grande hotel tipo resort sull’isola, anche se non troppo grande.

L’ambiente della parte settentrionale dell’isola di Syros è roccioso e arido, e si raggiunge superando Ano Syros, la montagna cattolica che si affaccia su Hermoupolis. Ci sono sentieri segnalati che coprono l’intera isola per coloro che vogliono esplorare le sue spiagge più remote, le chiese e gli insediamenti. C’è un insediamento preistorico e una grotta da qualche parte nel nord. Non li abbiamo trovati, ma eravamo pigri, stanchi ed accaldati dato che probabilmente era il giorno più caldo dell’estate, proprio quello in cui abbiamo scelto di esplorare questa zona! Consiglio di andare nei mesi più freschi o al mattino presto, tornando quando il sole sta calando. Ci sono anche un certo numero di taverne che sembrano essere in mezzo al nulla, finché non ti rendi conto che da qualsiasi punto dell’isola puoi tornare a Hermoupolis in circa 15 minuti. Se sei mai stato in una taverna exotiko saprai che è un vero affare, con carni alla griglia, vino fatto in casa e spesso musica con musicisti assoldati, o musicisti che si sono appena presentati per cena con tutti i loro strumenti.

Una volta che ti senti a tuo agio, Syros è il tipo di isola in cui puoi tornare ogni anno e sentirti come a casa. Penso che se dovessi vivere tutto l’anno su  un’isola, sceglierei Syros. Anche se nessuna isola “chiude per l’inverno”, ce ne sono alcune che possono essere piuttosto desolate durante la stagione invernale, con una o due taverne che si aprono solo quando il proprietario sceglie di farlo e le persone passano la maggior parte del loro tempo a casa, prigionieri della pioggia, del freddo o della noia. Hermoupolis è una città che funziona tutto l’anno con ristoranti, caffè, locali notturni, negozi e, soprattutto, che la barca giornaliera per Atene è un viaggio relativamente breve se hai bisogno di un vero colpo di vita cittadina. E se sei un viaggiatore che vuole esplorare l’arcipelago delle Cicladi e vuoi visitare un’isola che non assomiglia alle altre, allora consiglio vivamente Syros.

Dove Mangiare a Syros

Non essendo un’isola prettamente turistica, i ristoratori di Syros hanno tutto l’interesse di preparare ottimo cibi, per far sì che i clienti tornino! L’isola di Syros ha una storia di buona cucina, e molti dei locali sono gestiti da immigrati provenienti dall’Asia Minore.

Storia, informazioni utili ed i consigli di Matt Barrett su Syros

L’isola non era un centro importante nell’antichità. Ma dal periodo ottomano fino al 19° secolo l’importanza dell’isola è cresciuta, prima come centro per la Chiesa latina (Syros, come Tinos e Naxos, ha una grande popolazione cattolica), e durante la guerra per l’indipendenza greca quando rifugiati da Chios, Psara e l’Asia Minore sfuggìrono alla distruzione delle loro città e costruìrono Hermoupolis, che divenne rapidamente il principale porto della Grecia. Al suo apice la popolazione raggiunse i 14.000 abitanti e la città ospitò la più antica scuola superiore greca, un’altra famosa scuola privata di arte e cultura chiamata Il Lykeion, uno dei primi uffici postali in Grecia, un ospedale, un teatro dell’opera, un municipio orchestra, un monastero gesuita, un orfanotrofio, un sanatorio, lo storico Neorion Shipyards, un cimitero che rivaleggia con il 1° cimitero di Atene e forse la collezione più impressionante dell’architettura del 19 ° secolo di qualsiasi città della Grecia, certamente nelle isole.

Storia ed Info su Syros

Informazioni Pratiche
Per soggiornare, ottimo l’Hotel Hermes, proprio sul lungomare. Chiedete una camera con balcone e non vorrete più andarvene. C’è una spiaggia di ciottoli nel cortile sul retro. È anche a pochi passi dall’ottima taverna-psistaria di Yaninea.
I ristoranti a Syros sono una tacca o due sopra Mykonos in termini di qualità e una tacca o due sotto nel prezzo. Ottieni cibo migliore per meno. Perché? Una ragione è perché è una città capitale con una popolazione presente tutto l’anno, il che significa che i ristoranti dipendono dai clienti di ritorno. Quindi, se non servono cibo buono, le persone non torneranno. Anche Syros ha una storia di buona cucina, dal momento che molti dei locali sono gestiti da immigrati provenienti dall’Asia Minore. In effetti il porto di Hermoupolis ha una strana somiglianza con le vecchie cartoline di Smyrna pre-1922. Numerosi negozi di loukoumia punteggiano la strada del porto. La loukoumia è un dolce ommoso che ha la consistenza di una medusa essiccata ed è un’esportazione primaria di Syros. Non puoi venire a Syros senza provare la loukoumia (non serve neanche scendere dalla barca per comprarla!). Quando arrivano i traghetti, uomini con cesti di loukoumia corrono a bordo per vendere ai turisti diretti a Mykonos o al Pireo. Vendono anche un delizioso torrone!
Tra i miei ristoranti preferiti, Yaninea, che serve una varietà di carni alla griglia e carne cotta al forno, pesce e verdure e anche alcuni piatti di pasta. Il Cafeneon, sulla stradina più stretta che si può trovare dal porto, a un isolato dall’Hotel Hermes, serve mezedes nel pomeriggio o sera e strapatsada (uova strapazzate con pomodori, peperoni e formaggio feta) con il caffè a colazione. Durante le calde notti afose non c’è posto migliore del ristorante italiano Amvix: climatizzato, proprio di fronte al quale arrivano i traghetti, un’ottima prima sosta se arrivate in barca serale. È anche uno dei migliori ristoranti italiani in Grecia. Karafo Tsakismata è una taverna sul lungomare dove ci si può sedere per ore a mangiare, bere e cantare con i musicisti che sembrano passare di lì, a volte per caso. Michalis Ouzeri è solo uno dei tanti punti di ritrovo sul lungomare dove i vecchi che riempiono le sedie di giorno lasciano il posto ad una folla di giovani la notte. Il lungomare di Hermoupolis è uno dei posti migliori per osservare la gente e le barche al mattino, quando puoi bere caffè, caffè e caffè e yogurt con frutta fresca, miele e frutta secca, mentre leggi il giornale. Dal tardo pomeriggio, i caffè si riempiono di gente del posto e visitatori, bevendo frappes e fredos, o sorseggiando l’ouzo, o birre prima di spostarsi verso le stradine secondarie dove ci sono un certo numero di piccole taverne tradizionali e hip bistrot. Dopo cena molti ritornano ai caffè per parlare o occasionalmente per ascoltare musica jazz dal vivo fino al mattino, come fece mia figlia, (lo stesso giorno in cui si fece bucare il naso nel salone dei tatuaggi di Maioulis Square).

Scopri il negozio tradizionale di Prekas che vende prodotti locali come capperi, pomodori secchi, formaggi, fichi secchi, carciofi marinati, loukoumia, torrone, miele locale, olive, pasta, olio, liquori locali, vino, erbe e caramelle. È la cosa più vicina a un negozio di alimenti naturali e in molti modi migliore. Si trova in via Venizelou appena giù da piazza Maoulis. Il Methypnevmatopoleio En Syro in riva al mare è un negozio, noto per il vecchio murale che lo decorava, presente 50 anni fa, quando il negozio era una taverna; il murale ritrae un bambino che fa pipì nell’acqua e sotto una frase, che dice:“Bevi vino. L’acqua è sporca!”. Il locale è ora un negozio che vende vino Cava e ouzo in bottiglia. Quando sono entrato nel negozio ho chiesto al proprietario, il signor Bixos, se ricordava una taverna di pesce che ero solito frequentare con i miei genitori quando siamo venuti a Siros nel 1963, dove c’era un murale di un ragazzo che faceva pipì ed una scritta che diceva “Bevi vino. L’acqua è sporca!”. Mi disse di aspettare mentre andava nel retro e rovistava tra le carte. Ritornò con una cartolina del murale.Per

Dove Dormire a Syros

Hotel, appartamenti, ville, camere e alloggi su misura per te sull’isola di Sifnos.

Foto di Syros

Come Arrivare a Syros

Ci sono traghetti giornalieri dal Pireo e il viaggio è di circa 4 ore o,  2 ore con l’alta velocità. Ci sono collegamenti giornalieri con Tinos e Mykonos e un traghetto che ha origine qui va in tutte le isole delle Cicladi, facendo ogni giorno un percorso diverso. Ci sono anche le alte velocità e i traghetti da Rafina.

Maggiori informazioni

A Syros c’è un aeroporto, con voli da e per Atene.
Syros si trova sulla stessa linea di traghetto di Mykonos e Tinos, il che significa che ci sono molte barche in estate e, persino in bassa stagione, diverse al giorno. Syros è la capitale delle Cicladi e dunque qui ci sono i servizi, gli uffici, ed è l’unica isola che ha un collegamento via traghetto per tutte le altre isole delle Cicladi, ma anche per gli altri arcipelaghi (Dodecaneso e isole dell’Egeo Nord Orientale). Se pianifichi bene il tuo viaggio, puoi includere Syros in combinazione con una qualsiasi delle isole e usarla come isola di collegamento. In estate, quando i collegamenti marittimi con Santorini sono più regolari, Syros è utilizzata spesso anche dagli amanti della barca a vela come scalo, per poi  prendere il traghetto per Santorini per trascorrere alcuni giorni lì.

La Mappa di Syros

Recensioni sull’isola di Syros