Le Spiagge di Tinos

Il fatto che Tinos sia nell’immaginario collettivo un’isola prettamente religiosa ha oscurato la realtà delle spiagge dell’isola,  tra le migliori spiagge delle Cicladi. Sicuramente superiori a quelle di Mykonos e Santorini, le isole più famose, e con la possibilità di ritagliarsi maggiore spazio per sè, essendo meno affollate. Lo sviluppo dei servizi della spiaggia è minimo e non troverai i rumorosi bar che rendono la giornata in spiaggia a Mykonos come una notte in discoteca. Gran parte delle spiagge sono costeggiate da alberi e da una rigogliosa natura, ma anche da alberghi, case, caffè e ristoranti. Nella maggior parte di esse troverai magari lettini e ombrelloni, ma nulla di più. Potrai godere a pieno della natura dell’isola, immerso nel relax e nella pace!

Pacheia Amos

A nord di Agios Ioannis Porto ci sono diverse spiagge che si possono raggiungere in auto, tra cui Pacheia Amos, a solo un chilometro di distanza dalla città. Pacheia Amos è conosciuta per la sua bellissima sabbia e per le sue dune.

Lihnaftia

Acqua trasparente e splendida e tanto, tanto relax è quello che troverai nella spiaggia di Lihnaftia, una delle spiagge più deserte e remote dell’isola di Tinos. Non ci sono servizi, ne’ punti di ristoro.

Agios Fokas

La lunga spiaggia sabbiosa di Agios Fokas inizia a Chora e continua fino alle antiche mura di Vriokastro; qui ci troverai alcuni caffè, taverne e l’Akrotiri Surf Club per il windsurf.

Livada Beach

Quando soffia il vento del nord e vuoi surfare o semplicemente vedere le mostruose onde, scendi fino a Livada Beach , attraverso la lunga e divertente strada di montagna. Qui sfocia un piccolo fiume, poco più di due pozze di acqua e fango in estate, con una famiglia di anatre che si avvicinano implorando cibo. La spiaggia stessa è un mix di sabbia e ciottoli, ed è un’avventura quando il vento soffia da nord. Il mare può essere piatto come un lago quando il vento non soffia. La spiaggia è delimitata da alcune spettacolari formazioni rocciose dall’aspetto lunare. Ci sono certamente giorni in cui fare il bagno qui non è consigliabile. Ma consiglio comunque di arrivare fino a Livada Beach, anche se il vento soffia dal nord e il mare è esageratamente mosso, perché Livada è un posto selvaggio ed eccitante che ti fa sentire vivo! C’è una taverna poco prima della spiaggia con un menù di piatti tipici tradizionali

Megalo Kolimbithra

Un altro luogo selvaggio baciato dal vento del nord è la lunga spiaggia sabbiosa alla fine della lussureggiante valle di Kato Meri. Grandi onde, vento e spruzzi di acqua salata rendono unica questa spiaggia chiamata Megalo Kolimbithra, evitata da tutti tranne i nuotatori più esperti e coraggiosi, tranne nei giorni in cui non c’è vento o viene dal sud. Non c’è niente su questa spiaggia tranne circa un miglio di canneti e alcuni uccelli marini.

Mikri Kolimbithra

La maggior parte della gente va alla spiaggia successiva di Mikri Kolimbithra, che è più riparata e ha la solita fila di lettini da sole, ombrelloni e un bar sulla spiaggia, nonché un hotel e un ristorante.

Ci sono molte altre spiagge nella stessa baia tra cui Mantroklisi, Apothikies e Agios Fylaktos. Nel mezzo della baia c’è la piccola isola di Drakonissi, e l’intera area ha un ambiente spettacolare. Anche se il giorno in cui sono stato lì non c’erano molti adepti al windsurf, penso che sia un posto eccellente per questo tipo di sport. A nord-ovest dell’isola, a sud della città di Pirgi e del porto di Panormos, ci sono un certo numero di spiagge nella grande baia stessa tra cui Agiathalassa, Volia, Stafida e Rohari, una lunga spiaggia sabbiosa con un piccolo villaggio. Tutte queste spiagge sono raggiungibili in auto. Vathi Beach e Platiyialos tra Kolimbithra e Panormos sono raggiungibili attraverso un sentiero. Sulla punta nord-ovest di Tinos ci sono due spiagge nella baia di Pourgia chiamate Mali e Koumelas, raggiungibili in auto. 
Quando visiti queste spiagge più remote assicurati di portarti almeno dell’acqua, perché potresti non trovare niente una volta arrivato. Anche quelle spiagge che hanno una piccola taverna, potrebbero non essere aperte ad eccezione di luglio e agosto.
Nel sud-ovest di Tinos, di fronte all’isola di Syros, ci sono una serie di spiagge sabbiose e calette che iniziano con la remotissima Agios Haralambos e la Latomia. Latomia significa “cava” e l’intera area presenta scavi nelle rocce. Per raggiungere la maggior parte di queste spiagge si percorrerà una strada piuttosto in pendenza, poiché la strada principale corre lungo la montagna e le spiagge sono in piccole baie e valli sottostanti.

Kiona Beach

Kiona Beach è la spiaggia più lunga e più sviluppata dell’isola con alberghi, ristoranti, caffè. Proprio lì vicino si trovano il Tempio di Poseidone e Amfitriti dall’altra parte della strada. I veri amanti del mare potrebbero trovarla un po’ commerciale, ma la spiaggia è abbastanza lunga per sfuggire alle folle del fine settimana, anche se è difficile non vederla come una spiaggia del resort. Ma se ti trovi a soggiornare in uno degli hotel della zona, puoi sempre camminare fino all’estremità ovest del litorale: potrai trovare un po’ di privacy in alcuni tratti, insenature e minuscole baie nelle quali ripararsi dalla folla. Se hai una macchina o delle scarpe comode, ci sono le vicine spiagge di Balos e Vorni. Un buon posto in cui fermarsi in estate è più a sud est, nel punto in cui c’è una chiesa, chiamata Stavrou Limani, e una spiaggetta. Qui sorgeva un antico porto, e oggi c’è un piccolo ouzerie-cafenio nella chiesa stessa che rende questo un buon posto dove fermarsi.

Ysternia

La spiaggia di Ysternia ha un piccolo villaggio e due ristoranti di pesce molto carini (e popolari). Uno è un Porotaverna (ristorante di pesce) piuttosto tradizionale, mentre l’altro, chiamato To Thalasaki, è una sorta di moderna taverna greca di pesce con interessanti antipasti e un menu che sarebbe meno fuori luogo a Mykonos, Atene o persino a New York Città che su una spiaggia remota a Tinos. Indipendentemente da ciò, il cibo è buono e ne vale la pena, ma è meglio evitarlo di domenica, specialmente ad agosto quando è pieno di gente di Chora. È possibile parcheggiare nel piccolo porto e raggiungere a piedi la spiaggia appena oltre la città. A pochi chilometri lungo la strada un altro bivio porta a Giannakis Beach, che è il porto del villaggio di Kardiani e ha una taverna o due. La stessa strada vi porterà a Kalivia e Agios Petros, entrambe le spiagge sabbiose in baie protette.
Altre tre spiagge sono accessibili dal bivio al piccolo insediamento di Agios Romanos. La spiaggia di Apigania si trova a ovest e la spiaggia di Panousa si trova a sud-est di Agios Romanos con ombrelloni, windsurf e una piccola taverna.

Quindi se stai visitando Tinos e vuoi sfruttare al massimo il tempo in spiaggia cosa dovresti fare? Se avete una macchina in affitto ad Agios Ioannis Porto, usatela come base ed esplorate le altre spiagge dell’isola ogni giorno. Anche se perdi un pomeriggio in spiaggia, puoi tornare a Agios Sostis a fare l’ultimo bagno della giornata. Se non hai una macchina, resta comunque qui. C’è un servizio di autobus e queste sono le migliori spiagge con il minor numero di persone, ma non così poche da sentirti bloccato da solo su un’isola deserta.