Patmos

Chiamata anche “La Gerusalemme dell’Egeo”, l’isola di Patmos è una delle isole più note dell’Egeo. L’isola si trova a nord est del Dodecaneso, ed è poco distante dalle isole Cicladi di Naxos e Mikonos. L’isola attira ogni anno visitatori e pellegrini che arrivano per visitare il Monastero di San Giovanni, che domina la chora: è’ qui infatti che l’apostolo Giovanni, mandato in esilio sull’isola dall’imperatore Domiziano, ha scritto l’Apocalisse, ultimo libro del Nuovo Testamento. Ma oltre ad essere un’isola in cui la fede e la spiritualità si respirano in maniera forte, l’isola di Patmos è anche belle spiagge, e una meravigliosa natura, fatta di paesaggi dolci, alberi da frutta, e uliveti: un paradiso per chi ama fare trekking e passeggiate. La Chora di Patmos è stata dichiarata Patrimonio Unesco dell’Umanità.

Patmos da non perdere

Cosa vedere a Patmos

La Chora di Patmos nel 1999 è stata dichiarata dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità, insieme al Monastero di San Giovanni ed alla Grotta dell’Apocalisse. L’isola è stata anche dichiarata “Isola Sacra” dal Parlamento Greco. Quali migliori premesse per il flusso turistico dell’isola? C’è da dire che l’Istituto Monastico ha imposto alcune limitazioni e per questo motivo il turismo non è diventato propriamente di massa, ma la maggior parte dei pellegrini restano solo per escursioni giornaliere. L’isola ha così mantenuto la sua anima rurale, fatta di uliveti, contadini e pastori. La capitale dell’isola è caratterizzata da un’architettura tipica, con il centro storico tutto stretto attorno al suo monastero.
Skala è invece il porto e il villaggio più grande di Patmos, con la maggior parte della popolazione ufficiale (quasi 3200 persone). La città è relativamente giovane, infatti fu costruita una volta finito l’incubo pirati, nel 1820. Il carattere della città stride leggermente, ma in maniera positiva, con la sacralità del resto dell’isola: la città è infatti vitale ed ospita laboratori e negozi, in particolare di gioielli e di arte bizantina. Dirigetevi a ovest verso la baia rocciosa di Hokhlakas per assistere ai migliori tramonti della zona. 
A est di Chora si trova la baia di Grigos. Grigos è un pittoresco villaggio di pescatori, a soli 5 chilometri dal porto di Skala. Si narra che nella misteriosa grotta di Κalikatsou, si siano per secoli ritirati degli eremiti. La maggior parte delle strutture ricettive sono a Skala e a Grigos, anche se tutto, all’inizio di settembre, chiude. Ci sono anche numerose taverne tipiche. Il complesso monastico dedicato all’Evangelista è tra le più importanti meraviglie architettoniche dell’Egeo. La sua fondazione risale al 1088 ad opera del monaco Christodoulos, e sembra che sullo stesso sito sorgesse in antichità un tempio arcaico dedicato alla dea Artemide. All’interno, oltre alla basilica principale, e ad innumerevoli stanze ed affreschi, ci sono anche il Museo Ecclesiastico e la Biblioteca Storica del Monastero, che conserva, oltre a molti altri documenti antichi e preziosi, una copia del Vangelo di Matteo.
Tra la Chora e la cittadina di Skala si trova la Sacra Grotta dell’Apocalisse, uno dei siti sacri più antichi della storia della cristianità, dove Giovanni dettò al suo discepolo i 13 capitoli dell’Apocalisse.

Le spiagge di Patmos

Le spiagge migliori per godere dello splendido mare di Patmos sono rivolte ad est o a sud; le baie della costa ovest sono generalmente molto ventose e difficilmente raggiungibili.
La spiaggia più famosa ed amata soprattutto dalle famiglie è Kambos, organizzata e con una buona offerta di taverne e ristoranti.
La baia di Grigos è molto pittoresca grazie al suo villaggio di pescatori, qui vicino troverete anche Petra con le sue piccole grotte spesso frequentate da naturisti.
Una delle spiagge più belle è sicuramente Psili Ammos. Il mare è turchese e sulla spiaggia ci sono le tamerici.

Dove mangiare a Patmos

Skala è il villaggio più popolato dell’isola e qui troverete delle ottime soluzioni per le vostre cene o pranzi adatte a tutti i gusti e a tutte le tasche.
Sulla strada per la Chora trovate l’Ouzeri tou Hiliomodi, posto molto carino dove mangiare alcune prelibatezze di pesce.
Nel porto, appena scesi dalla barca, vi accoglierà l’Ouzeri Ostria, aperto fino a tardi.
Davanti alla spiaggia cittadina di Theologos Tzivaeri offre una cucina di origine cretese e anche musica dal vivo nei weekend. Ha una vista davvero meravigliosa. Ordinate la classica insalata dakos.
Se avete la pazienza di fare la fila, ordinate il pesce (ad ottimo prezzo) da Trehandiri
Altro stile (e prezzi), più fusion, da Benetos.
Se volete vedere uno dei bar più antichi di Patmos, fermatevi per un caffè da Arion.

Storia, informazioni utili ed i consigli di Matt Barrett su Patmos

L’isola, oltre ad una storia importantissima, è legata ad un’affascinante mitologia. Infatti, secondo la leggenda, l’isola di Patmos apparteneva alla dea Artemide, dea delle giovani donne e della caccia. Le era stata donata dal padre Zeus. Nello stesso luogo nel quale sorgeva il tempio nel quale si adorava la dea Artemide nell’antichità, è stato costruito il Monastero di San Giovanni.
San Giovanni arrivò dell’isola perchè essa veniva usata dai Romani come luogo di esilio: egli stesso fu infatti confinato perchè praticava la religione cristiana, allora fuori legge. Solo nel 1088 l’isola, dopo essere stata al ungo abbandonata, fu donata al monaco Christodoulos, che cominciò a progettare il monastero.

Foto di Patmos

Come arrivare a Patmos

Skala è il porto principale, al quale attraccano tutti i traghetti, sia dal Pireo che da Rodi o da Kos. Tutti i traghetti arrivano sull’isola dopo le undici di sera.
I collegamenti interni sono ottimi tra Skala, la Grotta dell’Apocalisse e Hora città; per le altre località è meglio informarsi in anticipo, o noleggiare un’auto o un motorino.

La mappa di Patmos

Traghetti da e per la Grecia e le isole greche

Torva le migliori soluzioni ed offerte per il tuo viaggio in Grecia in traghetto: in nave dal porto del Pireo alle isole greche

Autonoleggio in Grecia. Affitta un'auto sulle isole greche

Noleggia un'auto per il tuo soggiorno in Grecia: Atene ed isole greche comprese

Voli per la Grecia e le isole greche

Dall'Italia ci sono tariffe speciali per volare in Grecia. Milano, Roma, Napoli offrono voli low cost su Atene, e le isole.