Lesbo


Lesbo, la lussureggiante isola che non ha eguali al mondo
Prenota Lesbo su Booking.com
La lussureggiante e verde isola di Lesbo, o Mytilini come viene anche chiamata, non ha eguali tra le isole della Grecia e forse nel mondo. È una delle isole più grandi della Grecia, dopo Creta ed Evia. Praticamente insensibile al turismo di massa che ha trasformato altre isole in parchi di divertimento, Lesbo è il luogo perfetto da visitare per le persone che vogliono sperimentare la vera Grecia. Per il viaggiatore interessato alle isole con molte cose da fare, Lesbo è la destinazione perfetta con cibo straordinario, bellissime spiagge, molto verde, pini e latifoglie, e oltre un milione di ulivi.
Maggiori informazioni su Lesbo

L’isola di Lesbo sembra letteralmente benedetta dalla presenza di spiagge premiate, villaggi tipici, una straordinaria varietà di flora e fauna superiore rispetto al resto d’Europa, pinete, castelli medievali, porticcioli con caffè e ristoranti di pesce poco costosi, musei tra cui due dei migliori musei d’arte della Grecia, hotel di ogni classe e categoria, e alcune delle persone più calde e amichevoli di tutta la Grecia!
Lesbo è stato in passato il luogo preferito da artisti, scrittori e romantici. Le sue attrazioni naturali includono una foresta pietrificata e le straordinarie sorgenti termali, centri termali di salute che sono disseminati in tutta l’isola. Molte sono state usate per migliaia di anni per curare reumatismi, artriti, disturbi ginecologici e dermatologici, disturbi neurologici, bronchiti e sciatica.
I meravigliosi paesaggi di Lesbo possono essere ammirati dalla groppa di asini o cavalli, in bicicletta, in jeep oa piedi. Se si preferisce la via mare, ci sono yacht per barche charter ed escursioni a Molyvos e Petra. Le numerose feste che si tengono in tutta l’isola di Lesbo, sono apprezzate e celebrate per il folclore, con la gente del posto che mostra il loro talento nel ballare, bere e mangiare, ore e ore, giorni e giorni. Se puoi venire a Lesbo in primavera, sarai ampiamente ricompensato con uno dei più incredibili spettacoli dato dalla ricchezza della flora e della fauna selvatica di questo periodo. Lesbo è infattti una tappa principale delle rotte migratorie per gli uccelli europei provenienti dall’Africa. Fai tutto il necessario, vendi quello che hai di troppo, sbarazzati di quella seconda macchina, fai i doppi turni da ora fino ad aprile, ma rendi il tuo viaggio a Lesbo un obiettivo per sperimentare l’arrivo della primavera in uno dei posti più belli e vivi del mondo.
Il costo di una vacanza a Lesbo è la metà del costo delle più popolari isole greche e destinazioni continentali. È una grande isola con molto da vedere. La bellissima spiaggia di Vatera è lunga come molte delle isole Cicladi stesse.

Lesbo da non perdere

• La foresta pietrificata
• Le sorgenti termali

Cosa vedere Lesbo

Se vieni a Lesbo, si raccomanda almeno una settimana di soggiorno. Sarebbero ancora meglio due, e anche se il vostro viaggio a Lesbo durerà un mese, non avrete ancora visto tutto! Dalla fantastica cittadina balneare di Skala Eressos al villaggio tradizionale di Molyvos, le cui antiche mura erano un tempo assediate dallo stesso Achille, alla località balneare di Sigri, l’avamposto più remoto del turismo dell’isola greca, Lesbo è semplicemente incredibile sotto il punto di vista storico archeologico, ma anche per gli struggenti paesaggi e per lo stile di vita che caratterizza gli abitanti dell’isola.
Mytilini, la città più grande dell’isola, è un centro vivissimo nel quale trovare ogni tipo di intrattenimento: da quello storico culturale ai numerosi ristorantini e bar che animano la cittadina. L’atmosfera nell’isola è veramente aperta e cosmopolita. Da non perdere assolutamente, il castello bizantino, situato sul lato nord di Mytilini, si affaccia sulla città ed è uno dei più grandi del Mediterraneo orientale; il castello sorge su un colle, all’interno di una splendida pineta. Le sue fondamenta furono gettate durante il periodo di Giustiniano, sulle rovine di una fortificazione ancora più antica che può ancora essere vista in alcune sezioni delle mura. E’ stato occupato e ricostruito dai Romani, dai Bizantini, dai Veneziani e dai Turchi ed è ora utilizzato in estate per eventi culturali. All’interno di esso c’è un bacino romano o bizantino con la capacità di contenere 4.000 metri cubi di acqua. Ci sono anche tunnel sotterranei!
Il Museo Archeologico è situato all’interno di un palazzo tradizionale vicino al porto di Mytilini e conserva ceramiche preistoriche e figurine di argilla del primo insediamento ellenico di Thermi, e ceramiche geometriche e arcaiche di epoca classica e ellenistica provenienti da varie regioni dell’isola.

Continua a leggere

Grazie ai suoi panorami sul mare ed alla sua storia, Molyvos si può definire semplicemente splendida! La città è dominata dal castello genovese ed è un susseguirsi di richiami alla sua storia; le sue case pittoresche a picco sul mare e gli splendidi panorami la rendono un posto unico. Il castello che svetta sulla città è di epoca bizantina e fu poi riparato da Francesco Gattelusi. In termini di maestosità e dimensioni è il secondo più imponente dell’intera isola. Ma la cosa più bella è che durante i mesi estivi il castello ospita concerti ed eventi culturali.
La foresta pietrificata è una delle cose più antiche dell’intera Grecia. Situata tra Sigri ed Eressos e sulle rive della piccola isola di Nissiopi, la foresta è in realtà molto più grande di quella più famosa in Arizona, anche se naturalmente gode di minore promozione e minore pubblicità, ed è dunque meno conosciuta! Indipendentemente da ciò, la foresta pietrificata di Lesbo è ancora una delle meraviglie del mondo. Pezzi di legno pietrificato e alberi ancora in piedi coprono una vasta area e l’età della foresta è stata stimata in venti milioni di anni. Apparentemente gli alberi erano stati preservati quando erano coperti da cenere vulcanica proveniente dal vicino monte Ordymnos. La foresta pietrificata si formò 20 milioni di anni fa quando un vulcano esplose in questa parte del nord di Lesbo coprendo l’intera area con ceneri e lava. Alcuni tronchi misurano 20 metri di lunghezza e 3 metri di diametro. La foresta arriva fino al mare e puoi trovare pezzi di legno pietrificato tra i ciottoli sulle spiagge di Sigri. La caldera del vulcano è l’area che contiene i villaggi di Vatousa, Xidira, Antissa e Zithra. Questo è ciò che rende il terreno in questa parte di Lesbo così buono per la coltivazione di uva, proprio come Santorini. Il luogo è veramente unico al mondo, di quelli da visitare almeno una volta nella vita.
Numerosissime in tutta l’isola sono le chiese, i monasteri, i siti archeologici, le rovine di antiche chiese e templi.
Numerose sono le località termali, tra le più famose di tutta la Grecia. Tra queste, non perdete Le terme di Therma Yera, a pochi kilometri dal centro di Mytilini, per una vera immersione del benessere ad un passo dalla città!
Ci sono molte spiagge sull’isola di Lesbo, di tutte le forme e dimensioni. Alcune sono attrezzate con attività e sport acquatici, dal jet-ski al windsurf, mentre altri sono deserti, anche in estate.
La migliore spiaggia di Lesbo, se non tutta la Grecia è Skala Eressos. Se avete dei bambini questo è il posto giusto specialmente al tramonto. C’è anche un lago pieno di tartarughe.
La spiaggia della città di Molyvos non è male come le spiagge della città. Il mare è solitamente calmo ed è sabbioso e poco profondo. La vista del castello è eccezionale dall’acqua. Ci sono docce gratuite e spogliatoi.
A pochi passi da Molyvos sono le spiagge di Eftalou, vicino alle sorgenti termali. 
Le sorgenti termali di Lesbo sono conosciute fin dall’antichità. Si trovano in aree che permettono di godere di un ambiente tranquillo, di uno scenario straordinario e di un’esperienza rilassante e rilassante di un bagno minerale terapeutico. Offrono anche spogliatoi e docce e alcuni hanno ristoranti e caffè, massaggi e altre terapie.
Polichnitos ha le primavere naturali più calde in tutta Europa. I bagni si trovano a 60 metri sopra il livello del mare, vicino alle rive del fiume Almyropotamos. Ci sono cinque sorgenti minerali, ma solo tre sono utilizzate, due dal comune e una è di proprietà privata. Nel periodo invernale è possibile vedere le sorgenti da una certa distanza a causa del vapore caldo che sale da esso. Queste sorgenti sono raccomandate per la cura di reumatismi cronici, artriti, scropoli, malattie della pelle, sciatica dell’articolazione dell’anca, dolore mialgico, malattie dell’utero, linfatici e malattie ginecologiche in generale.
A Molyvos ci sono le sorgenti di Eftalou con la loro casa da bagno recentemente rinnovata con vasche private individuali o bagni in comune. Consigliato per reumatismi, artriti, sciatalgie, nevralgie, malattie della pelle, reni e ghiaia e disturbi ginecologici, questi sono probabilmente i bagni più popolari dell’isola a causa della loro vicinanza a Molyvos. Si può nuotare nel mare o sedersi lungo la riva dove l’acqua minerale calda filtra attraverso le rocce e si mescola con l’acqua di mare in correnti calde. A causa della spiaggia e dei dintorni questo è il mio preferito delle spa.
I bagni di Thermi nello splendido Golfo di Yera risalgono all’inizio del secolo scorso. Si ritiene che si trovi sul sito dell’antico tempio di Hera.
A Skala Thermi i bagni storici sono stati in uso fin dall’antichità e un tempo era la divina sorgente della dea Artemide.
Anche se non è una sorgente minerale calda, la sorgente di acqua fredda a Karini, vicino Agiassos, è comunque un bel posto da visitare. Si tratta di una sorgente di acqua fredda e chiara che viene dal terreno in una pozza di pietra e poi in un ruscello che irriga l’intero sotto. Questa è l’acqua che scorreva attraverso l’Acquedotto Romano.

Dove Mangiare a Lesbo

Nell’isola si può godere del miglior cibo di tutta la Grecia… penso in particolare ai frutti di mare, ma anche alle indimenticabili sarde e all’ouzo

Storia, informazioni utili ed i consigli di Matt Barrett su Lesbo

A Lesbo sono nati i poeti lirici Alceo e la poetessa Saffo, che ha cantato l’amore e la bellezza della femminilità.
L’isola fu colonizzata dagli Eoli nel II° millennio a.C., e fu divisa in stati governati da oligarchie. Fin dai tempi più antichi l’isola di Lesbo si distinse per le particolari doti artistiche e letterarie dei suoi dotti. Nell’isola erano particolarmente diffusi e attivi i centri culturali, nei quali i partecipanti potevano esprimere le loro idee e condividere le loro creazioni. Nel Medioevo l’isola andò a far parte dell’Impero Bizantino. Qui venne mandata in esilio la prima donna imperatrice, Irene d’Atene, che qui poi morì.
L’isola appartenne per u breve periodo anche all’Impero latino, e venne poi assegnata dai Bizantini alla famiglia genovese Gattilusi nel 1355.
L’isola fu conquistata dall’Impero ottomano nel 1462 e cambiò il suo nome in Midilli, fino al 1912, quando fu presa dalle forze greche nel corso della Prima guerra balcanica.

Storia ed Info su Lesbo

Dove Dormire a Lesbo

Hotel, appartamenti, ville, camere e alloggi su misura per te sull’isola di Lesbo

Foto di Lesbo

Come Arrivare a Lesbo

L’aeroporto delll’isola non ha scali internazionali, e si trova vicino Mytilene. I collegamenti con Atene sono di solito 4 al giorno, ed è servito da autobus e taxi. L’aeroporto è anche situato nei pressi di una spiaggia, per chi volesse fare un ultimo saluto al mare dell’isola prima di andarsene! Il modo migliore per arrivare a Lesbo è con il traghetto. Ci sono navi giornaliere che partono dal Pireo la sera e arrivano a Mytilini la mattina presto. I traghetti che vanno a Lesbo dal Pireo sono grandi traghetti moderni con bar, ristoranti, lounge e cabine. Le cabine di prima classe costano circa 80 euro a persona per una doppia e molte hanno anche la televisione, se la prospettiva di una lunga traversata in traghetto ti preoccupa. È un viaggio rilassante e interessante e il tragitto lungo la costa di Lesbo e nel porto di Mytilini all’alba è un’esperienza che ricorderete per sempre. È particolarmente eccitante per i bambini.
Maggiori informazioni

Di solito ci sono due barche al giorno che partono dal Pireo per Chios e Mytilini. Diversi giorni alla settimana il traghetto prosegue per Limnos, Kavala e alcuni anni per Salonicco. 

La Mappa di Lesbo

Recensioni sull’isola di Lesbo