Lefkada

Collegata alla terra ferma tramite un ponte mobile lungo circa 50 metri, l‘isola di Lefkada è situata tra le due isole greche del Mar Ionio, Corfù e Cefalonia, ed è stata definita “i Caraibi delle Ionie” grazie al paesaggio particolarmente incontaminato, alle sue acque cristalline e alle sue spiagge di sabbia bianca e finissima. Il nome Lefkada deriva probabilmente dalla parola lefkos, che significa bianco in greco, e si riferisce al colore delle gessose montagne che sorgono a sud ovest dell’isola. Lefkada è prevalentemente montuosa ed è ricoperta da una vegetazione ricca e lussureggiante, tra la quale spiccano platani e querce. Sopratutto sul versante ovest la vegetazione corre giù, fino alla costa, andando ad abbracciare le splendide baie e le spiagge. 

Sifnos da non perdere

  • La cascata di Nidri e la Gola di Dimosari
  • Il villaggio di Englouvi
  • L'isola di Meganisi
  • Il Museo Archeologico

Cosa vedere a Lefkada

La capitale dell’isola e porto principale è situata nella parte settentrionale, e a pochi kilometri dall’aeroporto. La città si estende su una lingua di terra sul mare, e presenta un aspetto per molti lati diverso dalle altre cittadine delle isole greche. Lefkada città è una cittadina vivace, con un bel lungomare tutto pedonale, nel quale sbizzarrirsi e godersi le caffetterie, i localini per la vita notturna, il paesaggio pittoresco. La sua dimensione gestibile consente di attraversarla comodamente in venti minuti, ed è molto facile orientarsi. Platia Agiou Spyridonos è attiva di giorno e di notte, con bar caffè nei quali la vita dura fino a notte fonda, e sembra di stare in una Casbah. Ma la strada principale e le più piccole che si diramano da essa, nascondono le meravigliose piccole chiese della città, che contengono deliziosi affreschi di Doxaras e altri famosi pittori, Agios Dimitrios, Agios Minas, Pandokrator e Theotokou meritano di essere scoperti. Numerosi sono i musei ed i luoghi di interesse da vedere a Lefkada città: uno di questi è il caratteristico Museo del Fonografo, museo privato ai margini della città vecchia. Il museo espone oggetti d’epoca, cartoline postali, dischi, fonografi e oggetti vari. Piccolo ma affascinante il Museo Archeologico, che espone ritrovamenti provenienti dagli scavi effettuati nell’isola, del periodo dal neolitico fino all’età romana. La sala di grande interesse è quelle dedicata alle scoperte di Dorpfeld, archeologo tedesco che scavò e studio a lungo nell’isola, e la cui teoria dice che Lefkada è la Itaca di Omero. Lo stesso edificio ospita il Museo Nautico e la Galleria d’Arte Comunale, di minore interesse, ma comunque da vedere per entrare in contatto con la cultura locale. Lefkada città è molto orgogliosa del suo porticciolo, splendido e moderno. Da qui è molto facile raggiungere la stazione degli autobus. Intorno alla città ci sono luoghi interessanti per escursioni. Il migliore di questi è il lembo di terra conosciuto come Yira, una spiaggia poco frequentata, raggiungibile seguendo Sikelianou, oltre il Museo Archeologico. La spiaggia più popolare di Lefkada città è Ai Yiannis. A circa 3 km dalla città è possibile visitare il pittoresco Monastero di Faneromeni, risalente al XVII secolo, le cui caratteristiche più importanti sono alcune stupefacenti vetrate e il cortile . Meritano una visita  i resti del castello di Agia Mavra, che fu costruito dagli Orsini nel XIV secolo. 

Le spiagge di Lefkada

Quando arriverai sulle spiagge di Lefkada penserai di trovarti ai Caraibi e invece sarai nel mar Ionio!
Se cerchi natura incontaminata, spiagge di sabbia fine, mare cristallino e una natura rigogliosa, Lefkada è il posto per te. 
E’ una delle isole più selvagge della Grecia dove potrai goderti il sole e rimanere a contatto con la natura.
Agios Nikitas è una delle spiagge più famose ma imperdibile se siete a Lefkadas.
Mylos è forse la più famosa, con la sua spiaggia bianca, raggungibile solo dal mare o attraverso un sentiero a piedi piuttosto tortuoso.
Se, oltre al relax in spiaggia, cercate anche un po’ di divertimento, dirigetevi verso Kathisma, dove non mancherà la musica e qualche party in spiaggia.

 

Dove mangiare a Lefkada

Moussaka, pita, souvlaki, formaggi locali yogurt, a Lefkada avrete la possibilità di assaggiare la deliziosa cucina delle Isole Ionie.
I prodotti dell’isola sono genuini e sprigionano tutto il sapore e l’intensità di questa terra: olive, miele, formaggi, ed anche un vino rosso, il rosso, il Vertzami, sicuramente da assaggiare magari nella cantina dei suoi produttori.
Per un pranzo al volo con un suvlaki cercata Dalton di fronte alla marina, è molto popolare anche tra i velisti. 
Il pesce fresco e ottime mezedes le trovate al ristorante Margherita in città. 
Il miglior caffè con vista? Senza dubbio il Caffè Seagull a Ligia.
Proprio nella località di Ligia troverete il miglior pesce poichè qui arrivano i pescatori con il pescato del giorno. Uno dei posti da provare è il 7 Islands, cibo ottimo come il servizio.

Storia, informazioni utili ed i consigli di Matt Barrett su Lefkada

Lefkada condivide ampiamente la storia del resto dell’arcipelago ionico. Ci sono alcune testimonianze di insediamenti neolitici e in epoca omerica si suppone che l’isola sia stata data da Laerte ad Arcadio, quando i loro figli Odisseo e Penelope si sposarono. Questo mito e la scoperta di alcuni resti micenei vicino a Vassiliki portarono il rispettato archeologo tedesco del XIX secolo Wilhelm Dorpfeld a sostenere che Lefkada fosse il vero sito della casa di Odisseo, piuttosto che Itaca.
L’isola fu un’importante base di potere per i Corinzi durante il periodo classico e giocò un ruolo chiave nella guerra del Peloponneso. Divenne un tranquillo ristagno durante il periodo ellenistico, romano e bizantino e fu in seguito sotto il controllo veneziano per meno tempo rispetto agli altri Ioniani, solo circa un secolo dal 1684 al 1797. La sua vicinanza alla terraferma rese anche più vulnerabile alle incursioni turche e sebbene non sia mai stato detenuto a lungo dai governanti ottomani della Grecia continentale, è stato sottoposto a brevi periodi di dominazione turca.

Foto di Lefkada

Come arrivare a Lefkada

L’isola è raggiungibile in auto o in autobus grazie al lungo ponte che la collega alla terraferma. Ma Lefkada è anche dotata di un aeroporto, che si trova a pochi chilometri dall’isola, a Preveza, a circa 25km. L’aeroporto di Preveza ha voli da Atene quasi tutti i giorni e charter dal Regno Unito e altri paesi del Nord Europa in stagione. Ci sono almeno quattro autobus giornalieri da Atene e altri servizi due volte a settimana da Patra e Salonicco. Ci sono fino a sette traghetti giornalieri per l’isola satellite di Meganissi tutto l’anno e tra uno e tre collegamenti per Fiskardo a Cefalonia e Frikes su Itaca tra maggio e ottobre. Il servizio di autobus interno dell’isola è secondo solo a quello di Corfù negli Ionio, con oltre una dozzina di servizi giornalieri per Nydri e almeno tre per Vassiliki, sei per Karya e due per destinazioni della costa occidentale come Aï Nikitas e Athani. Inutile dire che i punti di noleggio di veicoli abbondano nelle principali località. E per coloro che scelgono di noleggiare una barca a vela, Lefkada e le sette sorelle rendono questa una delle migliori zone della Grecia

La mappa di Lefkada

Traghetti da e per la Grecia e le isole greche

Torva le migliori soluzioni ed offerte per il tuo viaggio in Grecia in traghetto: in nave dal porto del Pireo alle isole greche

Autonoleggio in Grecia. Affitta un'auto sulle isole greche

Noleggia un'auto per il tuo soggiorno in Grecia: Atene ed isole greche comprese

Voli per la Grecia e le isole greche

Dall'Italia ci sono tariffe speciali per volare in Grecia. Milano, Roma, Napoli offrono voli low cost su Atene, e le isole.