Lefkada


Grazie alle sue acque cristalline ed alle sue spiagge di sabbia particolarmente bianca e fine, Lefakada è stata definita come "I Caraibi dello Ionio"
Prenota Lefkada su Booking.com

Collegata alla terra ferma tramite un ponte mobile lungo circa 50 metri, l‘isola di Lefkada è situata tra le due isole greche del Mar Ionio, Corfù e Cefalonia, ed è stata definita “i Caraibi delle Ionie” grazie alle sue acque particolarmente cristalline e alle sue spiagge di sabbia bianca e finissima.

Maggiori informazioni su Lefkada
L’isola di Lefkada è circondata da numerose isole minori che possono essere visitate, con bellissime spiagge di ghiaia e sabbia, ottimi ristoranti e persone molto amichevoli che si vestono ancora in abiti tradizionali. Nydri è il villaggio turistico principale di Lefkadas, ma ha mantenuto un certo fascino. Comunque devi andare lì per visitare le isole minori, una delle quali è la famosa Skorpios di Aristotele Onassis e la fama di Jackie. Gli autobus per Lefkada partono dal capolinea degli autobus A alle 7, alle 13:00, alle 16:30 e alle 20:30 tutti i giorni. Il viaggio dura 5 ore e mezza e costa 30 euro. Per quanto ne so non puoi ottenere i biglietti in anticipo. Se sei un gruppo per poco più puoi prendere un bel taxi Mercedes e venire a prenderti all’aeroporto. Lefkada è anche nota per essere un centro per il kayak.

Lefkada da non perdere

• La Cascata di Nidri e la Gola di Dimosari

• La spiaggia del relitto

Cosa vedere a Lefkada

La capitale dell’isola, che occupa un cuneo di terra pianeggiante che si protende per raggiungere la strada rialzata dalla terraferma, costituisce una piacevole introduzione a Lefkada. La sua dimensione gestibile consente di attraversarlo comodamente in venti minuti ed è molto facile orientarsi. La strada principale in gran parte pedonale della città, Ioannou Mela (chiamato Dorpfeld più vicino al lungomare), è in effetti un’estensione della strada rialzata e corre direttamente all’indietro dall’acqua. Ha ancora alcuni dei tradizionali colonnati in legno, ma in questi giorni è fiancheggiata da negozi alla moda e caffetterie alla moda, invece della vecchia kafeneia e negozi locali che esistevano negli anni Ottanta. Compatto Platia Agiou Spyridonos segna il punto in cui la strada cambia nome ed è un altro centro di attività di giorno e di notte, con bar caffè duraturi come Casbah. La strada principale e le più piccole che si diramano nascondono le meravigliose piccole chiese della città, che contengono deliziosi murales a volte oscuri di Doxaras e altri famosi pittori. Agios Dimitrios, Agios Minas, Pandokrator e Theotokou meritano di essere scoperti e di sbirciare. La bizzarra collezione di bric-brac nel caratteristico Museo del Fonografo, appena fuori Ioannou Mela, offre un altro breve diversivo. Il lungomare che si trova appena arrivato dalla strada rialzata si chiama Sikelianou e ha più caffè e bar prima di proseguire dopo circa 500 metri fino al piccolo ma affascinante Museo Archeologico, che contiene pregevoli artefatti culturali e religiosi dell’antichità e una sala dedicata a Le scoperte di Dorpfeld. Il museo nautico e la galleria d’arte comunale di interesse moderato si trovano nello stesso edificio. Il lungomare a sinistra della strada rialzata passa davanti a un parco prima di diventare Golemi, che ha qualche ouzeria decente e conduce allo splendido e moderno porticciolo, di cui Lefkadan è giustamente orgoglioso. Oltre quello è la stazione degli autobus recentemente trasferita. Intorno alla città ci sono alcuni punti interessanti per escursioni Il migliore di questi è il lembo di terra conosciuto come Yira che forma un diamante con la strada rialzata ed è praticamente una spiaggia ininterrotta e poco frequentata, raggiungibile seguendo Sikelianou oltre il Museo Archeologico. La sezione che porta a sinistra sulla costa principale dove Yira gira a destra è la spiaggia più popolare di Ai Yiannis. A circa 3 km dal retro della città è possibile visitare il pittoresco monastero di Faneromeni, risalente al XVII secolo, le cui caratteristiche più importanti sono alcune stupefacenti vetrate e un cortile tranquillo. Non strettamente su Lefkada, ma merita una visita proprio sul lato della terraferma del terrapieno sono i resti semi-rovinati del castello di Agia Mavra, che fu costruito dagli Orsini nel XIV secolo.

Continua a leggere

Oltre alla città meritano una visita il villaggio di Nydri, il porto dell’isola maggiormente utilizato per escursioni giornaliere e gite, un grazioso villaggio vivace in un bellissimo scenario verde e rurale.
Vasiliki è invece un piccolo villaggio di pescatori in una baia naturale; molto frequentato da surfisti e amanti degli sport acquatici, ma anche per escursioni.
Per quanto riguarda le spiagge, direi che a Lefkada c’è solo l’imbarazzo della scelta! Una delle più belle dell’isola (da molti considerata una delle spiagge più belle d’Europa!) è la spiaggia di Porto Katsiki, che si contende il titolo con l’altra rinomatissima spiaggia, quella di Egremni
Tipico della spiaggia di Mikros Yalos sono invece i suoi ciottoli, che sembrano brillare sotto i raggi del sole.
Un’escursione assolutamente da fare è quella alla cascata di Nidri. La passeggiata è lunga circa 6 km e parte da Nidri, fino ad arrivare al villaggio di Rachi, dove il sentiero si stringe dentro la gola di Dimosari, al termine del quale c’è una cascata, che si sfoga in un laghetto circondato dal verde. L’esperienza è veramente straordinaria.

Dove Mangiare a Lefkada

Moussaka, pita, Souvlaki, formaggi locali yogurt, a Lefkada avrete la possibilità di assaggiare la deliziosa cucina delle Isole Ionie. I prodotti dell’isola sono genuini e sprigionano tutto il sapore e l’intensità di questa terra: olive, miele, formaggi, ed anche un vino rosso, il rosso, il Vertzami, sicuramente da assaggiare magari nella cantina dei suoi produttori.

Storia, informazioni utili ed i consigli di Matt Barrett su Lefkada

Lefkada condivide ampiamente la storia del resto dell’arcipelago ionico. Ci sono alcune testimonianze di insediamenti neolitici e in epoca omerica si suppone che l’isola sia stata data da Laerte ad Arcadio, quando i loro figli Odisseo e Penelope si sposarono. Questo mito e la scoperta di alcuni resti miceneai vicino a Vassiliki portarono il rispettato archeologo tedesco del XIX secolo Wilhelm Dorpfeld a sostenere che Lefkada fosse il vero sito della casa di Odisseo, piuttosto che Itaca. L’isola fu un’importante base di potere per i Corinzi durante il periodo classico e giocò un ruolo chiave nella guerra del Peloponneso. Divenne un tranquillo ristagno durante il periodo ellenistico, romano e bizantino e fu in seguito sotto il controllo veneziano per meno tempo rispetto agli altri Ioniani, solo circa un secolo dal 1684 al 1797. La sua vicinanza alla terraferma rese anche più vulnerabile alle incursioni turche e sebbene non sia mai stato detenuto a lungo dai governanti ottomani della Grecia continentale, è stato sottoposto a brevi periodi di Tourkokratia.
Storia ed Info su Lefkada

Lefkada condivide anche l’inclinazione ionica per la musica e le arti, che vanta una propria forma di kantades e che ha ospitato alcuni membri importanti della Scuola di pittura ionica, in particolare Panagiotis Doxaras (1662-1729) e suo figlio Nikolaos (1705-75 ). L’uomo di lettere più famoso di Lefkada fu il poeta Aristotelis Valaoritis (1824-1879), ma anche metà scrittore irlandese / metà greco Lefcadio Hearn nacque qui e prese il nome dall’isola, anche se successivamente scrisse di più sul Giappone e su New Orleans. La tradizione artistica continua fino ai giorni nostri sotto forma del festival annuale di musica, arte, letteratura e danza, che si estende per tutta l’estate e attrae artisti da tutto il mondo.

Dove Dormire a Lefkada

Hotel, appartamenti, ville, camere e alloggi su misura per te sull’isola di Lefkada

Foto di Lefkada

Come Arrivare a Lefkada

L’isola è raggiungibile in auto o in autobus grazie al lungo ponte che la collega alla terraferma. Ma Lefkada è anche dotata di un aeroporto, che si trova a pochi chilometri dall’isola, a Preveza,a circa 25km.

ha voli da Atene quasi tutti i giorni e charter dal Regno Unito e altri paesi del Nord Europa in stagione. Ci sono almeno quattro autobus giornalieri da Atene e altri servizi due volte a settimana da Patra e Salonicco. Ci sono fino a sette traghetti giornalieri per l’isola satellite di Meganissi tutto l’anno e tra uno e tre collegamenti per Fiskardo a Cefalonia e Frikes su Itaca tra maggio e ottobre. Il servizio di autobus interno dell’isola è secondo solo a quello di Corfù negli Ionio, con oltre una dozzina di servizi giornalieri per Nydri e almeno tre per Vassiliki, sei per Karya e due per destinazioni della costa occidentale come Aï Nikitas e Athani. Inutile dire che i punti di noleggio di veicoli abbondano nelle principali località. E per coloro che scelgono di noleggiare una barca a vela, Lefkada e le piccole isole tra questa e la terraferma, per non parlare della vicinanza a Itaca e Cefalonia, rendono questa una delle migliori zone della Grecia.

Maggiori informazioni
Ci sono traghetti (sia normali che “veloci”) quasi ogni ora da e per Igoumenítsa sulla terraferma, a 75 minuti al più lento. La maggior parte delle persone che arrivano in auto o in treno dall’Europa arrivano a Corfù venendo da Brindisi, Bari, Ancona o Venezia in Italia. Il viaggio da Brindisi è di circa 8 ore e 30 minuti, da Bari un’ora in più. Ancona è un po ‘più di 15 ore di distanza, mentre partire a Venezia può significare fino a 26 ore di viaggio. La competizione tra diverse compagnie di traghetti mantiene elevati gli standard delle imbarcazioni e i prezzi sono acuti; le migliori linee di spedizione sono considerate Superfast, ANEK, Minoan e Blue Star. Queste stesse imbarcazioni proseguono fino a Pátra, che impiega 6 ore, per poi ritornare nello stesso modo. In alta stagione (questo di solito significa solo dal 10 luglio al 25 agosto), almeno una compagnia farà tappa a Kefaloniá lungo la strada. Arrivando dall’Italia, è possibile specificare una sosta gratuita a Corfù con un biglietto per Pátra (e viceversa) in anticipo. Se vai in coperta o solo con un posto, puoi acquistare il biglietto quando arrivi in ​​Italia. Ma se vuoi una cabina o una macchina, allora è meglio prenotare in anticipo tramite un’agenzia di viaggi greca affidabile ad Atene quando prenotano i tuoi hotel per te. Puoi comprare i biglietti lasciando Corfù da una delle agenzie che affollano il nuovo porto della città, a circa 1 km a ovest del centro. Il vecchio porto di Spilia è ora utilizzato solo da barche da escursione a breve distanza, ad esempio quelle che si dirigono verso l’isolotto di Vídos di fronte. Anche le imbarcazioni giornaliere in Albania usano il Nuovo Porto perché ora ha le sole strutture doganali e di immigrazione. Per un ottimo sito di prenotazione traghetti, prova www.ferryhopper.com Puoi anche guidare fino a Corfù da Atene, noleggiando un’auto attraverso la Swift Car Rentals di Atene che ti condurrà persino fuori città, verso l’autostrada. Atene a Igoumounítsa è a circa 6 ore di auto passando per l’autostrada del Peloponneso nord verso Pátra, e poi lungo la nuova autostrada Ionica attraverso la Grecia occidentale (attraversando la foce occidentale del Golfo di Corinto con il traghetto costa la metà di quello che è il pedaggio del ponte, ed è molto più scenografico / rilassante). Alcuni potrebbero scegliere una via più tranquilla del nord con sosta notturna a Delphi e persino Meteora, proseguendo attraverso Ioánnina fino a Igoumenítsa. Se non te la senti di guidare in Grecia, c’è sempre George the Famous Taxi Driver che si farà pagare circa 350 euro circa, il che sembra molto, ma se dividi il costo in più persone, questo è un modo molto comodo per andare… la campagna lungo la strada che è abbastanza spettacolare! Può anche portarti dall’aeroporto di Atene alla stazione degli autobus.

La Mappa di Lefkada

Recensioni sull’isola di Lefkada